Home Cronaca Coronavirus, 306 casi in Italia, 26 nuovi casi ed un decesso nel Lazio
Coronavirus, 306 casi in Italia,  26 nuovi casi ed un decesso nel Lazio

Coronavirus, 306 casi in Italia, 26 nuovi casi ed un decesso nel Lazio

0
0

Aumentano ancora i nuovi casi in Italia,  che oggi sono 306, +82 rispetto a ieri. I guariti sono 214, in totale salgono a 197.842.

Resta sostanzialmente stabile il numero giornaliero dei morti con coronavirus: nelle ultime 24 ore se ne contano 10 mentre ieri erano stati 9. Sono i dati diffusi dal ministero della Salute sulla situazione del contagio.

 

Sedici casi a Roma città, 6 nei Comuni della provincia romana e quattro dai capoluoghi di provincia per un totale di 26 nuovi positivi al Coronavirus in tutto il territorio regionale. Di questo 12 sono casi di importazione, 4 del Bangladesh, altrettanti dall’India, due dalla Romania, uno dalla Lituania ed uno dal Marocco. Tre sono invece i giovani positivi al SarsCov2 appartenenti ad una comitiva in gita a Capri.

In zona Infernetto nella Asl Roma 3 è stata disposta la sospensione temporanea dell’attività di ristorazione ‘Michelino Fish’ per una dipendente risultata positiva. E’ stato avviato il contact tracing e richiesti gli elenchi dei clienti che verranno indirizzati al drive-in di Casal Bernocchi. Lo rende noto l’assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato.

“Registriamo un dato di 26 casi e un decesso – il commento dell’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato -. Di questi dodici sono casi di importazione: quattro casi di nazionalità del Bangladesh, quattro da India, due casi da Romania, un cao da Lituania e un caso da Marocco. In zona Infernetto nella Asl Roma 3 è stata disposta la sospensione temporanea dell’attività di ristorazione ‘Michelino Fish’ per una dipendente risultata positiva. E’ stato avviato il contact tracing e richiesti gli elenchi dei clienti che verranno indirizzati al drive-in di Casal Bernocch. Sono state individuate delle badanti di rientro dalla Romania con gli autobus sulla tratta Bacau-Roma. E’ in corso l’indagine epidemiologica. Il calo di attenzione può generare una ripresa dei casi giornalieri. I fattori di rischio che vanno sorvegliati rimangono i casi di importazione e la Movida”.

 

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *