2 Dicembre 2022

cittapaese

Blog Giornale Quotidiano

Comunali: Chiara Frontini, da “nuova proposta” a “big” nel festival delle comunali: cronaca di una giovane politica testarda e determinata diventata “fenomeno popolare”

2 min read

CI siamo occupati più volte della Frontini, sottolineandone sia i pregi che i difetti e  cercando la maggiore oggettività possibile: però, usando una metafora canora, non si può non sottolineare di come progressivamente, in questa “campagna” per le comunali, sia andata diventando non più una “nuova proposta”, ma una “big” della prossima consultazione elettorale.

Nel senso ovviamente che già oggi è a tutti gli effetti tra le protagoniste di vertice del voto, perchè il suo impegno in politica risale ormai a due lustri buoni, nonostante la giovane età.

Ma la leader in questo anno abbondante di campagna elettorale, che ha lanciato con grande anticipo rispetto agli altri ha evidenziato una volontà davvero di ferro, una decisione notevole ed un impegno no stop più unico che raro.

Questo non significa sinceramente che ci sia del tutto “chiaro” dove voglia andare a parare, ma i prossimi mesi renderanno tutto sicuramente più comprensibile: ed il “credito” la Chiara Frontini se lo è guadagnato sul campo, soddisfacendo a suo modo la voglia di politica che è cresciuta in città e a cui lei ha saputo dare voce: non è mancata qualche operazione evitabile (quel “prima i viterbesi” resterà epico), ma la giovane portavoce di 2020 non ha potuto solo lavorare sulla qualità, ha dovuto necessariamente pensare anche alla quantità, espandere il consenso, diventare “popolare”, riuscendovi.

Oggi la Frontini è nota in città come i grossi calibri che con le loro manchevolezze la hanno indirettamente aiutata a rafforzare il suo pubblico ruolo: e con la testardaggine, la volontà, un bel pizzico di temerarietà (spontanea talvolta al limite dell’ingenuità) è riuscita a guadagnarsi l’onore delle armi e i “galloni”, come suddetto,  di “big”.

E’ infatti da considerarsi del tutto geniale il colpo più recente incassato dalla giovin Chiara: la sfida, accettata dalla diretta interessata, alla vicesindaco Ciambella, che le ha permesso d’un botto di entrare nell’empireo dei favoriti alla vittoria delle prossime comunali, legittimata da un avversario che forse avrebbe fatto meglio a fare orecchie da mercante dinanzi al suo invito ad un confronto che, specie di questi tempi di anti-politica pregiudiziale, rischia di vederla perdente in quanto rappresentante dello status quo.

Fatto sta che della Frontini tutti dovranno tenere conto nel cammino verso il 10 giugno e anche dopo: e sottovalutare quello che è diventato un vero e proprio fenomeno cittadino non servirà a nessuno, specie  ad un cdx probabilmente ancora in vantaggio nei sondaggi che dovrà al più presto ritrovare coesione di “corrazzata” per non diventare troppo vulnerabile anche dinanzi ad un intraprendente movimento civico.

(pasquale bottone)

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.