Home Politica Civita Castellana, il “vergognoso taglio del viaggio della memoria ad Auschwitz”, la dura nota del Prc
Civita Castellana, il “vergognoso taglio del viaggio della memoria ad Auschwitz”, la dura nota del Prc

Civita Castellana, il “vergognoso taglio del viaggio della memoria ad Auschwitz”, la dura nota del Prc

0
0

La scuola e le istituzioni educative sono il principale luogo di formazione di uno spirito critico e di una cultura civica democratica.
A Civita Castellana qualcuno l’ha dimenticato?
La maggioranza a trazione leghista che amministra il comune falisco recentemente è balzata agli onori della cronaca prima per una gestione poco trasparente della Biblioteca Comunale, e poi per il vergognoso taglio, da parte dell’assessore all’Istruzione, dei fondi destinati agli studenti per il “viaggio della memoria” ad Auschwitz. Come se non bastasse, ora è la volta di una clamorosa forzatura istituzionale. L’occasione è un’Assemblea degli studenti del Liceo scientifico dedicata alla “giornata mondiale dei diritti umani”. Gli studenti invitano due rappresentanti dell’amministrazione, nelle figure di due consiglieri comunali della la Lega. I due consiglieri, in barba al ruolo di rappresentanza che avrebbero dovuto assumere in quel contesto, si presentano all’Assemblea con un ospite non previsto, il coordinatore provinciale dei giovani leghisti, il quale ne approfitta per fare propaganda politica per il suo partito.
Non entriamo nel merito delle posizioni espresse (a nostro parere piuttosto poco in linea con i “diritti umani” che si volevano celebrare), ma ci limitiamo a una questione di metodo, che in democrazia è essenziale.
Perché i due consiglieri leghisti non hanno cercato di estendere l’invito anche ad altri rappresentanti del Consiglio comunale in modo da offrire agli studenti un quadro completo delle posizioni politiche del territorio? Pensavano che nessuno si sarebbe accorto dell’anomalia? Chi li ha autorizzati inoltre a far parlare un esponente politico del loro Partito senza invito formale da parte dell’Assemblea? L’amministrazione comunale ha qualcosa da dire in merito a questa violazione delle più elementari regole della democrazia studentesca, o ancora una volta proverà a far passare tutto sotto silenzio? Nel frattempo noi chiediamo che il Sindaco Franco Caprioli prenda seri provvedimenti, dato che se due indizi sono una coincidenza, tre fanno una prova: e le prove della totale inadeguatezza dell’attuale assessore con la delega alla cultura ed all’istruzione ci sono tutte.

Rifondazione comunista – Sinistra europea
Federazione di Viterbo
Circolo di Civita Castellana
Roberta Leoni (segretaria provinciale) – Yuri Cavalieri (consigliere comunale)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *