2 Ottobre 2022

Blog Giornale Quotidiano

Che bel regalo Scolamiero averci aumentato la Tari

1 min read

Iniziano a farsi sentire, sulle tasche dei viterbesi, gli effetti degli aumenti della tassa sui rifiuti stabiliti nei mesi scorsi dal commissario prefettizio Antonella Scolamiero. Arrivano le prime bollette e divampa la protesta sui social, dove c’è chi parla di furto e chi di stangata vergognosa a fronte di un servizio, quello dell’igiene urbana, che lascia ancora abbondantemente a desiderare.
Da parte sua, la Confconsumatori di Viterbo chiede alla nuova sindaca Chiara Frontini – addosso alla quale ovviamente non si può buttare la croce – di sterilizzare gli aumenti, almeno per quei nuclei familiari maggiormente in difficoltà, tramite dei sostegni ad hoc. Ma andiamo con ordine.

L’aumento della Tari si aggira intorno al 3% ed è stato approvato il 28 aprile scorso dal commissario Scolamiero tenendo conto dell’incremento dei costi per il conferimento dei rifiuti in discarica riconosciuto dalla Regione Lazio alla Ecologia Viterbo. Come dire, un aumento inevitabile. Bisogna però andarlo a spiegare a tutti quei viterbesi – privati cittadini o anche attività economiche – che in questi giorni si sono visti recapitare il salasso. C’è chi dovrà pagare 90 euro in più rispetto al 2021, chi addirittura 100. (corrierediviterbo.corr.it).

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.