2 Ottobre 2022

Blog Giornale Quotidiano

Caro bollette, i commercianti incontrano i politici

2 min read

Commercianti esasperati chiedono ai politici di impegnarsi in modo concreto, poche promesse e molti fatti, sul fronte dei rincari energetici. Per questo invitano i politici a un incontro pubblico in programma giovedì (due giorni prima delle elezioni non a caso), alle ore 15, presso la Sala del Pellegrino alla Quercia, in via Maestro Danese. Si firmano Commercianti Esasperati e appartengono al mondo Horeca (hotel, restaurant, Café). “In rappresentanza di questa categoria – affermano – abbiamo deciso di organizzare questo evento, per noi molto importante, per discutere insieme sull’argomento rincaro bollette e chiedere un aiuto risolutivo a tutte le autorità politiche competenti che parteciperanno”.

Si tratta di commercianti che non risultano iscritti alle diverse sigle sindacali o associazioni del comparto del commercio, ma i problemi sono i medesimi di tutti coloro che per vivere gestiscono attività aperte a pubblico. Sul fronte del turismo, elemento trainante della loro attività, l’estate è andata più che bene, ma di certo non basta a sanare i problemi del passato, e soprattutto ad affrontare quelli dietro l’angolo, quando arriveranno, insieme alle bollette energetiche, anche quelle del gas. Si parla di aumenti anche del 400%. Non poche le attività che, in località di mare, hanno scelto di chiudere pur avendo prenotazioni per Capodanno.

Sul fronte dei rincari, per il settore del commercio si battono da tempo sia Confcommercio che Confesercenti. Spiega Leonardo Tosti di Confcommercio Lazio Nord: “Abbiamo ottenuto credito d’imposta del 40% per il gas e del 30% sull’energia. Si tratta di rimedi momentanei, molto di più va fatto”. Per Vincenzo Peparello, di Confesercenti, “è fondamentale il confronto con il governo e con le istituzioni per riuscire a portare a casa qualche risultato. Ci sono iscritti alla nostra associazione che lamentano aumenti delle bollette del 400%, con l’arrivo dell’inverno, sul fronte del gas vivremo una situazione al limite del tracollo se non si fa nulla e subito”. (beatrice masci/il corriere di viterbo)

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.