5 Dicembre 2022

cittapaese

Blog Giornale Quotidiano

Canino, cronache d’acqua pubblica e privata, proteste rumorose dei cittadini all’incontro pubblico con il sindaco e la Talete: il presidente Bossola non convince e la “volontà popolare” non sembra rappresentata

2 min read

Dicono che l’acqua faccia bene a tutti, ma a volte non avviene così. A Canino infatti il tema dell’acqua (pubblica o meno) ha fatto “avvelenare” in tanti tra i cittadini presenti alla riunione pubblica dell’altro giorno, ma non ha risparmiato nemmeno la sindaca che si è molto accalorata nel corso dell’incontro.

L’atrio comunale, già noto alle cronache per essere stato oggetto del contendere tra la Novelli e i comitati dell’acqua pubblica, si è trasformato questa volta in terreno di scontro tra il presidente di Talete Bossola e la Novelli da una parte, e la cittadinanza dall’altra.

“Avviso tutti che in sala sono presenti le forze dell’ordine, quindi non saranno tollerati comportamenti scorretti” ha detto la Novelli ai suoi elettori. Assente gran parte della maggioranza, e i due assessori presenti dalla prima fila hanno solo potuto assistere a quella che è sembrata un po’ un mezzo passo falso della comunicazione di Talete e dello stesso Comune di Canino.

Un’assemblea organizzata e fermamente voluta proprio dal primo cittadino, che però ha dovuto incassare le proteste rumorose di molti presenti esasperati da un dialogo troppo tecnicistico e distante dalla quotidianità degli utenti, e del Comitato “Non ce la beviamo” che ha incalzato la Novelli sulle linee politiche del PD in fatto di acqua pubblica.

Chissà se gettando un po’di quell’acqua che fuori esce dalle condotte di Talete il “fuoco” si potrà spegnere. Per ora resta l'”arsenico” di una volontà popolare che non sembra fedelmente rappresentata.

(giorgio basso)

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.