6 Dicembre 2022

cittapaese

Blog Giornale Quotidiano

Barcellona, Barricate e scontri a Barcellona e Madrid per l’arresto del rapper Hasél: decine di feriti e arresti

2 min read

È di 19 arresti e 55 persone ferite, tra cui 35 agenti di polizia, il bilancio della manifestazione di ieri pomeriggio a Madrid contro l’arresto del rapper Pablo Hasel. Centinaia di persone si sono radunate a Puerta del Sol in una piazza blindata dalle forze dell’ordine. I manifestanti hanno esposto striscioni dell’Unione studentesca e dalla sinistra rivoluzionaria con le scritte “Pablo Hasel Freedom. Total Amnesty” o “Pablo Hasel Freedom, out of Franco’s Justice”. Gli incidenti sono iniziati quando gruppi di manifestanti hanno lanciato arredi urbani e altri oggetti contro i membri delle Unità di intervento della polizia.

Alcuni hanno anche divelto i ciottoli della piazza per lanciarli contro le forze dell’ordine. Successivamente, sono stati appiccati incendi nelle vicine strade Arenal, Correos e al valico dell’Arenal, dove sono state mandate in frantumi le vetrine di diversi negozi di abbigliamento che sono stati poi saccheggiati. Nella capitale spagnola a polizia in tenuta antisommossa e i manifestanti si sono scontrati violentemente per tutta la notte. I dimostranti hanno lanciato bidoni della spazzatura, pietre, bastoni e bottiglie. La polizia ha sparato proiettili di gomma e usato gas lacrimogeni. Tra i fermati ci sono sei minorenni di età compresa tra 16 e 17 anni e quattro donne.

Scene analoghe a Barcellona dove la protesta è infuriata per la seconda notte consecutiva. Una grande folla ha marciato nel centro della città, dove sono scoppiati pesanti scontri con la polizia con il lancio di bottiglie e cassonetti dati alle fiamme. I primi resoconti parlano di 30 persone arrestate mercoledì, con circa 20 feriti durante le proteste. Pablo Hasél si era barricato in un edificio dell’università all’inizio di questa settimana nel tentativo di sfuggire all’arresto, dopo la condanna per una serie di tweet risalenti ad alcuni anni fa e considerati apologetici del terrorismo e ingiuriosi nei confronti della polizia. L’arresto di Hasél ha attirato una notevole attenzione pubblica, con molti artisti, celebrità e politici che chiedono la riforma della legge per cui l’artista è stato condannato e che tocca la libertà di espressione del pensiero.

18 persone erano state arrestate martedì dopo la violenza scoppiata nelle prime proteste per l’arresto del rapper, a Barcellona e in altre città nella regione nord-orientale della Catalogna. Altre manifestazioni, alcune violente, hanno avuto luogo in altre città spagnole negli ultimi due giorni. In risposta alle proteste sul caso, il governo di coalizione di sinistra spagnolo aveva espresso l’intenzione di mettere mano al codice penale per eliminare le pene detentive per i reati che coinvolgono la libertà di parola. Hasél anche in passato era stato accusato di vari reati tra cui aggressione, elogio di gruppi armati estremisti, violazione della proprietà e vilipendio della monarchia. (rainews.it)

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.