3 Dicembre 2022

cittapaese

Blog Giornale Quotidiano

Bagnaia, calda accoglienza per Arena e i sottosegretari leghisti:”Il candidato sindaco può contare su Roma”

2 min read

Primo appuntamento in piazza con la gente, quella che domenica 24 sarà chiamata ad esprimere la propria preferenza nei seggi, stasera a Bagnaia in Piazza XX settembre.

Il  variegato pubblico presente, allietato dalla musica, attende i tre sottosegretari e il candidato sindaco Giovanni Arena, che arriva pochi minuti dopo le 19 e si ferma a conversare con i suoi sostenitori.

Il senatore Fusco, il deputato Rotelli,  i consiglieri Purchiaroni, Talucci Peruzzi, Micci, Grancini, Evangelista, Allegrini, Santucci, Sberna e tanti eletti nelle liste del cdx presenti per l’odierno appuntamento.

Modera l’incontro Alessandro Usai.

Arena saluta il pubblico e ringrazia gli ospiti, per prima la Borgonzoni che è andata a visitare Villa Lante. Parlando con i bagnaioli, il candidato sindaco ha raccolto le varie problematiche che stanno a cuore alla popolazione.

Darà sostegno al Comitato del Sacro Fuoco, opererà per la valorizzazione della Torre, la cura delle mura e la manutenzione generale della frazione dove, sembra, manchino molte cose.

Lucia Borgonzoni, apprezzando Villa Lante si dice dispiaciuta delle sole 90000 presenze annue ed esterrefatta dell’ingresso limitato alle palazzine.

Ricorda che lascerà a breve  il Turismo di cui avrà delega Centinaio, che ha come priorità la valorizzazione delle terme. Riconosce che Viterbo abbia un indiscutibile patrimonio turistico che in grado di dare un cospicuo sostegno economico alla città.

Il sottosegretario Siri, delegato ai trasporti e alle infrastrutture, non nuovo a Viterbo, riconosce la scarsità di collegamenti da e per la città e  rileva le oggettive difficoltà per i turisti a raggiungere il capoluogo: si parla anche di raddoppiamento della Cassia.

Afferma che entro l’autunno ci saranno i primi decreti per l’aliquota al 15% e i rileva i benefici che avrà sulle imprese. Mette in luce quanto la recessione economica abbia portato  svantaggi ai piccoli imprenditori.

Ricorda che “il candidato sindaco può contare su Roma”.

L’ultimo sottosegretario, agli interni, incita la platea al grido di “Gente scendete in piazza” e ricorda che “al ministero dell’interno non c’è  ministro, ma un super ministro”.

Prosegue parlando di respingimenti  e di far rispettare il paese.

Ovviamente, la folla acclama.

Daniela Proietti

 

 

 

 

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.