5 Dicembre 2022

cittapaese

Blog Giornale Quotidiano

Aveva realizzato un’inchiesta su Juve e ndrangheta, benzina davanti casa, avvertimento al giornalista di Report Federico Ruffo

2 min read

Se non ci fosse stato il cane avrebbero dato fuoco a casa. Mi ha salvato” racconta Federico Ruffo. “Ero tornato tardissimo – ricorda in un video pubblicato sulla pagina Facebook della trasmissione Report – Passo gran parte della settimana a Torino, dovevano sapere che ero a casa. Stavo dormendo quando ho sentito un rumore da fuori, era la ciotola del cane. Il mio cane ha iniziato ad abbaiare tantissimo. Sono uscito a piedi nudi e sono scivolato su un lago di benzina. Sono caduto a terra riempendomi di benzina sulla schiena e le gambe. Poi sono uscito in giardino, sono arrivato al cancello per vedere se stessero scappando ed era pieno di benzina”. Il giornalista ipotizza che i responsabili abbiano scavalcato il muro del giardino per entrare. Quando è rientrato a casa per chiamare i carabinieri ha visto la croce sul muro accanto alla porta.

Il giornalista ha denunciato l’accaduto ai carabinieri che ora indagano sulla vicenda. La notizia dell’avvertimento è stata anticipata da alcuni organi di stampa. L’ipotesi è che i responsabili abbiano scavalcato il muro di cinta del giardino e siano poi arrivati davanti alla porta dell’abitazione dove è stato versato liquido infiammabile e disegnata una croce con vernice rossa sul muro.

“Se non ci fosse stato il cane avrebbero dato fuoco a casa. Mi ha salvato” racconta Federico Ruffo. “Ero tornato tardissimo – ricorda in un video pubblicato sulla pagina Facebook della trasmissione Report – Passo gran parte della settimana a Torino, dovevano sapere che ero a casa. Stavo dormendo quando ho sentito un rumore da fuori, era la ciotola del cane. Il mio cane ha iniziato ad abbaiare tantissimo. Sono uscito a piedi nudi e sono scivolato su un lago di benzina. Sono caduto a terra riempendomi di benzina sulla schiena e le gambe. Poi sono uscito in giardino, sono arrivato al cancello per vedere se stessero scappando ed era pieno di benzina”. Il giornalista ipotizza che i responsabili abbiano scavalcato il muro del giardino per entrare. Quando è rientrato a casa per chiamare i carabinieri ha visto la croce sul muro accanto alla porta.

 

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.