Home Cronaca Week end da incubo, città paralizzata dal traffico: ma i negozi sono vuoti e i turisti si lamentano
Week end da incubo, città paralizzata dal traffico: ma i negozi sono vuoti e i turisti si lamentano

Week end da incubo, città paralizzata dal traffico: ma i negozi sono vuoti e i turisti si lamentano

0
0

Sabato pomeriggio, il traffico paralizza il centro storico di Viterbo,  a tal punto che i turisti che girano per la  città non sanno come camminare, li vedi che si aggirano smarriti, non trattengono un disorientato “ma qui è sempre così? Che peccato”, infastiditi non poco: intanto questo cosiddetto boom commerciale non si vede, si respira aria di smog, ma i negozi sono vuoti, non sembra ci sia un giro di affari considerevole nonostante il caos di auto che dovrebbero condurre i viterbesi all’acquisto.

Tra l’altro i parcheggi esistenti sono tutto fuorchè pieni, a testimoniare che questa esigenza primaria di nuove soluzioni per la città prima di chiuderla al traffico è più una scusa di chi non vuole abbandonare l’auto neanche per un secondo durante le 24 ore che altro.

Intanto però la figura che la città fa con chi viene a visitarla è pessima, dando l’immagine di un luogo poco organizzato e accogliente, anche il passeggio dei viterbesi ne risulta influenzato negativamente, maggiore l’attenzione da riservare ai bambini, gli attraversamenti di strada con l’attenzione sempre massima, il rumore, l’aria più pesante.

Dinanzi ad uno spettacolo così sgradevole che penalizza l’immagine di Viterbo e rende molto  meno piacevole “fare due passi”, specie nel week end, non si riesce a capire quale concertazione tra le parti sia necessaria: è il momento che la nuova amministrazione eletta prenda la situazione di petto ed impedisca questa confusione da realtà veramente di quart’ordine.

Non ci sono più scuse se si vuole andare verso il futuro, ma la domanda sorge spontanea: la maggioranza dei cittadini di questa città e i loro rappresentanti politici vuole davvero andare avanti?

(pasquale bottone)

 

Foto: Federica Fabbrini

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close