Home Cronaca Viterbo, troppi “colpi da professionisti”, la criminalità è ben “organizzata”
Viterbo, troppi “colpi da professionisti”,  la criminalità è ben “organizzata”

Viterbo, troppi “colpi da professionisti”, la criminalità è ben “organizzata”

0
0

Dopo gli incendi probabilmente dolosi e i vari furti  ai supermercati dei mesi scorsi, un altro colpo piuttosto clamoroso, la rapina armata di ieri alla Gioielleria Bracci del centro. Ora che una azione del genere, con tanto di pistole in azione, palo che aspettava, lunga fuga finora riuscita possa essere  opera di sprovveduti pare assai poco probabile: la pianificazione appare evidente come potrebbe esserlo un certo “messaggio di sfida” alla città , visto l’orario ( le 13) e il sito centralissimo.

Sono valutazioni che farà chi di dovere, ma è innegabile che Viterbo da qualche tempo è oggetto sempre più di “affettuose attenzioni” da parte di una criminalità organizzata che agisce con precisione scientifica: sulla sua natura impossibile esprimersi compiutamente, ci saranno come detto indagini accurate da parte delle forze dell’ordine, ma è assodato che trattasi di episodi non casuali e isolati.

Viterbo non è mai stata una città tranquilla, e tanto più non lo è oggi, ma il problema sembra sempre meno essere quello di una microcriminalità anche presente, ma episodica e di piccolo cabotaggio, ma di una malavita che può essere più azzeccato definire fenomeno “macro”. I partiti, le liste, i movimenti che parteciperanno alle prossime comunali, invece che girare lo sguardo dall’altra parte ne tengano conto nei loro programmi, assieme alla questione morale,  e tanto più in questa diffusa professione di “civismo” che sembra voler essere il prossimo stucchevole leit motiv elettorale.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close