Home Cronaca Viterbo, mezzi pesanti rischiosi per la circolazione, la Polstrada intensifica i controlli
Viterbo, mezzi pesanti rischiosi per la circolazione, la Polstrada intensifica i controlli

Viterbo, mezzi pesanti rischiosi per la circolazione, la Polstrada intensifica i controlli

0
0

Gli uomini della Polizia di Stato della Sezione Polizia Stradale di Viterbo ed i colleghi dei Distaccamenti di Monterosi e Tarquinia sono stati impegnati in questa settimana principalmente nell’attuazione del dispositivo di “alto impatto” sulla sicurezza stradale denominato “Truck and Bus”. Il programma d’azione consiste in un’attenta e continua attività di prevenzione e repressione focalizzata in maniera precipua al controllo dei veicoli commerciali e degli autobus, vale a dire dell’autotrasporto nazionale e internazionale di persone e cose.

Si tratta di mezzi che possiedono di per sé un alto rischio potenziale, sia per il numero di persone trasportate, sia per le dimensioni e il carico. Il trasporto collettivo avviene in misura notevole sulle strade: si tratta del trasporto pubblico urbano, di quello extra-urbano, interregionale o nazionale (gite, viaggi organizzati, tour turistici, ecc.) che vede coinvolte ogni giorno migliaia di persone, sia in qualità di trasportati, sia come autisti. In Italia, il trasporto delle merci su gomma rappresenta circa l’85% di tutto il traffico mercantile nazionale, con ovvie ripercussioni sulla sicurezza e sulla viabilità.

La campagna di prevenzione in oggetto, posta in essere dalla Polizia Stradale, ha l’obiettivo di ottenere sia una costante riduzione degli eventi infortunistici su strada, sia un decremento delle conseguenze che scaturiscono da tale fenomeno, in ordine al numero di persone decedute, ferite ed ai conseguenti “danni sociali” da esso derivanti.

Il monitoraggio avviene su tutte le arterie principali della provincia ed in special modo sulle tratte autostradali di competenza, ove sono stati approntati dei posti di controllo o attuate delle verifiche a campione sugli automezzi in transito.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *