Home Cronaca Viterbo, mercato di Natale di Piazza dei Caduti: la solita tristissima atmosfera anni 50, i soliti prodotti, altro che sorprese e novità
Viterbo, mercato di Natale di Piazza dei Caduti: la solita tristissima atmosfera anni 50, i soliti prodotti, altro che sorprese e novità

Viterbo, mercato di Natale di Piazza dei Caduti: la solita tristissima atmosfera anni 50, i soliti prodotti, altro che sorprese e novità

0
0

Nelle scorse settimane si erano  sentite provenire da Palazzo dei Priori, nella persona dell’assessore allo sviluppo economico Alessia Mancini parole di speranza e di cambiamento riguardo il mercato natalizio di Piazza dei Caduti che sarebbe potuto  diventare nelle intenzioni del politico di Fondazione un mercato fortemente caratterizzato, a tema natalizio, pieno di novità.

Stamane cittapaese.it è stato a curiosare al Sacrario e si è trovato dinanzi il solito triste scenario di bancarelle trite e ritrite, le sorprese non si sono viste, tranne un po’ di sovrappiù , se ma possibile, di malinconica scontatezza dei prodotti in esposizione.

Siamo sicuri che l’assessore Mancini, quando parlò di mercato natalizio “rivoluzionato” lo fece in buona fede, con l’intenzione di mettere in pratica quanto detto: chissà cosa sarà successo magari lungo il tragitto burocratico che avrebbe dovuto portare al cambiamento: magari ci sono licenze concesse 20 30 anni fa ed ancora valide, altre di durata secolare di cui non si può non tenere conto.

Strano però che le concessioni a Viterbo, come certi appalti e favori clientelari, siano a vita: magari un bando di concorso per un appalto max biennale potrebbe favorire un ricambio di attività in piazza che sarebbe salutare anche per l’occhio del passante: intanto vedi la solita passerella di prodotti ultranoti, il medesimo  clima triste che di festoso  ha poco o nulla, la solita provincia ferma agli anni 50 anche in pieno terzo millennio.

(r.s.)

 

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *