Home Politica Viterbo, media e politica: il (piccolo?) conflitto di interessi di Gianmaria Santucci, consigliere comunale e (piccolo piccolo?) tycoon Tv
Viterbo, media e politica: il (piccolo?) conflitto di interessi di Gianmaria Santucci, consigliere comunale e (piccolo piccolo?) tycoon Tv

Viterbo, media e politica: il (piccolo?) conflitto di interessi di Gianmaria Santucci, consigliere comunale e (piccolo piccolo?) tycoon Tv

0
0

Diavolo di un Santucci,  cento ne pensa e cento ne fa, senza risparmio di energie: è un dispersivo cronico Santucci, si fosse concentrato su un obiettivo solo sarebbe forse ora un politico nazionale (non è uno sprovveduto e capisce tutto, anche se spesso fa finta di non capire…), ma le smanie di protagonismo e l’io (super) leonino lo hanno sempre indirizzato in mille direzioni sufficienti comunque a fargli guadagnare sempre una più che dignitosa pagnotta.

Ora l’inarrrestabile, bulimico (di attenzione) Gianmaria è impegnato su un doppio fronte: far sì che il suo movimento Fondazione mantenga le posizioni di potere pretese ( leggasi assessorati al Comune) e nel lanciare la Tv di cui è a tutti gli effetti il factotum organizzativo cittadino (telelazio nord).

Se voi pensate che manchi il tempo a Santucci di gestire entrambe le cose vi sbagliate di grosso: l’ex gigliano riesce a non far confliggere i due ambiti mettendoli entrambi al servizio del suo universo dove ama specchiarsi di sè innamorato.

In tal modo nei fatti vengono a crearsi due Gianmaria, uno di lotta (ha una tv a disposizione) e l’altro di governo (filo arena per manciniano amore).

Può capitare quindi che il Santucci di lotta stabilisca intese improponibili per il Santucci di governo e che rispolveri vecchie passioni “vivaviterbiste”  creando una corrente all’interno della maggioranza, piuttosto isolata  a dire il vero, fortemente possibilista nei confronti di una apertura totale e senza limiti all'”ideologo della buona destra che vota a sinistra, cui affiderebbe la città per il Natale, il Capodanno e l’estate sine die (l’ex finian-scalojano & C viene magnificato quotidianamente inoltre dall’house organ virtuale dell’ex udc che detta la linea ai suoi dipendenti di volta in volta).

Diavolo di un Santucci, cento ne pensa e centocinquanta ne fa, state alla larga dai suoi due assessorati che altrimenti vi spara addosso altezza uomo con polemici e indirizzati reportage tv, ed anche in streaming per giunta.

(paco al vetriolo)

 

 

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *