Home Cronaca Viterbo, la nota: Piazza San Lorenzo, un simbolo, una identità da tutelare: un luogo da ridisegnare totalmente per il turismo internazionale
Viterbo, la nota:  Piazza San Lorenzo, un simbolo, una identità da tutelare: un luogo da ridisegnare totalmente per il turismo internazionale

Viterbo, la nota: Piazza San Lorenzo, un simbolo, una identità da tutelare: un luogo da ridisegnare totalmente per il turismo internazionale

0
0

La particolarità dell’informazione viterbese di regime è il risveglio improvviso: per anni e anni  magari su un problema notissimo in città non interviene, tutto ad un tratto ne fa un’emergenza. Pensiamo al duomo di Viterbo, a Palazzo dei Papi, alla stessa Piazza san Lorenzo: ora qualcuno si è accorto che forse usarla come divertimentificio buono per tutte le stagioni non è opportuno: ma è un problema di cura delle proprie ricchezze,  non solo di tombe misteriose nascoste o chissà cosa: la piazza deve diventare il simbolo della città (perchè ancora non lo è purtroppo nella convinzione comune) a prescindere, va tutelata, valorizzata, protetta dai grandi eventi che non le si addicono.

Sarebbe molto più idoneo  alla sua integra conservazione una scenografia turistica fissa, tutta da studiare, con variazioni di anno in anno e piccoli angoli destinati all’arte dal vivo (se possibile) e nessuna invasione di pesanti sovrastrutture.

Il fiore all’occhiello, l’immagine identitaria, il punto di ripartenza e di collegamento tra passato e futuro: questo deve essere Piazza San Lorenzo, non altro.

(p.b.)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *