Home Cronaca Viterbo, la “bellezza stuprata”: il triste caso del Chiostro di Viale Capocci, un posto bellissimo in condizioni pietose, esempio lampante di incompetenza e cattiva amministrazione
Viterbo, la “bellezza stuprata”: il triste caso del Chiostro di Viale Capocci, un posto bellissimo in condizioni pietose, esempio lampante di incompetenza e cattiva amministrazione

Viterbo, la “bellezza stuprata”: il triste caso del Chiostro di Viale Capocci, un posto bellissimo in condizioni pietose, esempio lampante di incompetenza e cattiva amministrazione

0
0

Si trova a pochi metri dalle mura, ma è in condizioni pietose: eppure sarebbe un posto bellissimo con un chiostro che potrebbe essere spettacolare. Triste sorte per lo spazio che ospita il 118 viterbese, a ridosso del museo civico, in viale Raniero Capocci:  negli anni passati da registrare furti di parti storiche, un tentato furto della fontana che è rimasta lì, spezzata e nascosto dalle erbacce.

Un altro caso di bellezza stuprata, di incompetenza e cattiva amministrazione, uno come tanti, sempre di più, che si registrano a Viterbo.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *