Home Politica Viterbo, il “romanzo popolare”: il “tenero contatto d’anime” tra la giovin Chiara ed il suo pigmalione-maitre a penser Carlo Galeotti
Viterbo, il “romanzo popolare”: il “tenero contatto d’anime” tra la giovin Chiara ed il suo pigmalione-maitre a penser Carlo Galeotti

Viterbo, il “romanzo popolare”: il “tenero contatto d’anime” tra la giovin Chiara ed il suo pigmalione-maitre a penser Carlo Galeotti

0
0

Sono anni ormai che il loro amore, spirituale, politico,  non fa che crescere: quella tra il giornalista Carlo Galeotti e la leader del movimento 2020 Chiara Frontini è una tenerissima storia degna del miglior romanzo d’appendice, una passione “esclusiva”.

Appena la fervida mente dell’oppositrice (al Comune, nonchè ginnasta di notevoli doti) partorisce un’idea la corsa è veloce direzione studio dell’anziano direttore: e lì quest’ultimo con la soave decisione dei pigmalioni eccolo dispensare consigli, preparare articoli di supporto, studiare come meglio magnificare le sorti della sua protetta, come e più di un padre premuroso.

D’altronde la giovane Chiara non aspetta altro, per lei il mondo fuori non esiste, l’unico posto in cui trova sicurezza e rifugio è la calda coltre galeottiana: un universo dove ogni desiderio si realizza e l’immagine è sempre in primo piano; chissà cosa starà programmando il maitre a penser Galeotti per l’autunno della sua pupilla: quante iniziative dii beneficenza e pulizia dei quartieri saranno contemplate, quale mossa politica troverà realizzazione: per lui è una mission, portare la riccia consigliera sullo scranno più alto di Palazzo dei Priori e condividere con lei potenza e radioso avvenire.

Un idillio che continuerà negli anni, che porterà i due a dialogare intensamente senza tener conto di nessun altro comune mortale ed anche se un giorno sindaco sarà la fedele Chiara con altri non parlerà che con il suo Carlo, coccolandolo dolcemente  e teneramente solo come una buona discepola sa fare.

E tutto intorno il movimento 20 20 risplenderà di questo amore che mai conoscerà crisi: l’asse è stabilito, la marcia compatta, Galeotti- Frontini, un disegno comune, costruire insieme la Viterbo del futuro, piena di fontane pedane per il fitness e di scintillanti esibizioni dal vivo di Mammo Rappo già autore in pectore della colonna sonora della loro scalata a Palazzo.

(Michelangelo Fontana)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *