Home Politica Viterbo, il centro storico muore ogni giorno di più e l’Allegrini sorride in prima pagina: cronaca di un rinnovato protagonismo senza idee
Viterbo, il centro storico muore ogni giorno di più e l’Allegrini sorride in prima pagina: cronaca di un rinnovato protagonismo senza idee

Viterbo, il centro storico muore ogni giorno di più e l’Allegrini sorride in prima pagina: cronaca di un rinnovato protagonismo senza idee

0
0

Non c’è giorno che non ci siano titoli di giornali sull’assessore Laura Allegrini: sia al centro della discussione il recupero di San Faustino, delle mura o di chicchessìa: l’ex senatrice punta alla prima pagina quotidianamente  ormai, ma il fatto è che non si ha la minima idea, o almeno non si percepisce, quali  politiche abbia in mente per il centro storico.

Lei appare ovunque, ma poi ti giri per le strade della vecchia Viterbo e vedi solo desolazione, sporcizia, degrado, incuria, senza neanche uno straccio di ipotesi di rinascita di un luogo ormai abbandonato  dagli uomini e da Dio.

E la Allegrini giorno dopo giorno sorride in prima pagina da ogni gazzettino, in qualità di assessore al centro storico, come se la sua fervida fantasia unita alla sua esperienza politica stessero facendo il miracolo: ci fa piacere che lei abbia ritrovato un sopito protagonismo, ma se si vuole il centro della scena non si può raccontare il nulla al pubblico.

E qui l’unica cosa che si vede è la stanchezza di proposte insignificanti (ove mai le stesse esistessero), la ricerca del pretesto per apparire, il vuoto programmatico.

Quasi che la città potesse autogovernarsi da sola perchè peggio di così difficilmente potrebbe andare.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *