Home Cultura Viterbo, emergenza centro storico: “Nessun inciucio o accordicchio, o lavoriamo tutti insieme ad un piano complessivo o noi non ci stiamo”, Chiara Frontini (Movimento 20 20) prende le distanze da ogni patto tra maggioranza e opposizione poco trasparente
Viterbo, emergenza  centro storico: “Nessun inciucio o accordicchio, o lavoriamo tutti insieme ad un piano complessivo o noi non ci stiamo”, Chiara Frontini (Movimento 20 20) prende le distanze da ogni patto tra maggioranza e opposizione poco trasparente

Viterbo, emergenza centro storico: “Nessun inciucio o accordicchio, o lavoriamo tutti insieme ad un piano complessivo o noi non ci stiamo”, Chiara Frontini (Movimento 20 20) prende le distanze da ogni patto tra maggioranza e opposizione poco trasparente

0
0

Centro storico, l’unica grande eccellenza cittadina che l’amministrazione Arena ancora non ha capito non solo come rivalutare, ma neanche come rimettere semplicemente in moto. Ed il vero problema è che la maggioranza sul tema è assai divisa, le diatribe specie tra Fdi e Fondazione, come già scritto, oggi, sono all’ordine del giorno, idee pratiche nè “utopico-letterarie” non ce ne sono e anche l’obiettivo di condividere un documento d’emergenza unitario maggioranza e opposizione sembra lontanissimo.

La portavoce del Movimento 20 20 Chiara Frontini, che si aggiudicò alle ultime comunali molte sezioni del centro storico, chiarisce bene quale è la sua posizione al riguardo. “Noi abbiamo già dato qualche settimana fa-sottolinea- la nostra piena disponibilità a collaborare per risolvere una emergenza dannosa per tutti e che ci tocca anche particolarmente perchè si tratta di una zona che ci sta a cuore, in cui molti di noi vivono, io per prima, e che è la vera eccellenza cittadina senza tempo. Abbiamo solo puntualizzato che a noi interessa però solo lavorare ad un piano complessivo di rivalutazione, un vero e proprio piano Marshall che coinvolga tutti i settori cittadini e che ricostruisca una appartenenza anche. A soluzioni tampone non siamo interessati, nè a piccole trovate episodiche che non risolvano nulla”.

“Quindi- continua la Frontini- non siamo noi a volere gli accordicchi, semmai sono altri che obbediscono a regole di spartizione politica e di scambi di favore che continuano a non appassionarci neanche un po’. Niente inciuci e patti poco trasparenti: la maggioranza poi non può provare a gettare l’olio bollente su di noi, come se la palla dovessimo calciarla noi per primi. Sono loro innanzitutto che devono trovare la quadra e farsi venire qualche idea: ma io vedo una coalizione divisa e litigiosa che non va d’accordo su niente e che tra l’altro poi non è che si stia distinguendo in ogni settore per fantasia e professionalità, ci facessero capire bene cosa intenderebbero fare giungendo prima ad una proposta unitaria. Noi dell’opposizione possiamo avere tra di noi anche pareri discordi, loro no”.

Sempre disponibili al confronto e al dialogo, ma al servizio della città, di nessuna parrocchietta”, conclude la portavoce del movimento 20 20.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *