Home Politica Viterbo-Comune: si aggrava la crisi in comune, Arena “licenzia” il suo vice Contardo: gravi i dissapori tra la Lega e gli altri partiti della coalizione, resta l'”anomalia Mancinelli”
Viterbo-Comune: si aggrava la crisi in comune,  Arena “licenzia” il suo vice Contardo: gravi i dissapori tra la Lega e gli altri partiti della coalizione, resta l'”anomalia Mancinelli”

Viterbo-Comune: si aggrava la crisi in comune, Arena “licenzia” il suo vice Contardo: gravi i dissapori tra la Lega e gli altri partiti della coalizione, resta l'”anomalia Mancinelli”

0
0

Si aggrava la crisi comunale, tanto che ora bisognerà bene vedere cosa accadrà nelle prossime ore: oggi pomeriggio il sindaco Arena ha ufficialmente rimosso dal suo incarico il suo vice Enrico Maria Contardo per “ragioni di opportunità” che nascondono probabilmente gravi dissapori personali e differenze di vedute politiche piuttosto ampie.

Il primo cittadino non è considerato un decisionista umorale, quindi per aver preso una iniziativa del genere il solco che si era venuto a creare tra lui e Contardo doveva essere incolmabile.

C’è da aggiungere però che in questa amministrazione la Lega non ha mai fatto squadra, prendendo spesso decisioni in solitaria in stretta relazione con le dichiarazioni nazionali di Salvini, senza mostrare legami stretti con il territorio.

Una sorta di fan club salviniano guidato da un responsabile locale, il senatore Fusco, che ha accentuato in verità, a parte le dichiarazioni formali, tutti i ruoli nella sua persona, non dando spazio nè voce ad altre figure autonome.

In tal caso si è venuto a creare un partito “a conduzione familiare” che è a palazzo dei priori in coalizione aspettando le prossime elezioni per pretendere il candidato sindaco.

Ma il radicamento sul territorio è ancora scarso, e le gaffe riguardanti scelte poco opportune non mancano: una per tutte la strana condizione vissuta dall’ex candidata leghista alle politiche Tiziana Mancinelli, ufficio stampa del partito con l’house organ “Quinta epoca” e consulente comunale in un ruolo assai delicato.

Inopportunità che il pater familias leghista Fusco continua, probabilmente a torto, a non voler vedere nè rimuovere.

(ph. massimo chiaravalli)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *