Home Politica Viterbo-Comune: Paolo Bianchini dà dell'”imbecille” ai parcheggiatori selvaggi, la politica dell’insulto “salvaristoratori” (lui)
Viterbo-Comune: Paolo Bianchini dà dell'”imbecille” ai parcheggiatori selvaggi, la politica dell’insulto “salvaristoratori” (lui)

Viterbo-Comune: Paolo Bianchini dà dell'”imbecille” ai parcheggiatori selvaggi, la politica dell’insulto “salvaristoratori” (lui)

0
0

Meno male che l’house organ della politica viterbese e della viterbesità ortodossa ci regala perle di autentica saggezza: stamane pubblica di un capogruppo al Comune Fdi Paolo Bianchini inviperito con i parcheggiatori selvaggi di Piazza del Comune che definisce “imbecilli” un po’ aprioristicamente.

Eppure disattendendo delle regole di comune convivenza i suddetti sarebbero da definire più che “imbecilli” “fuorilegge”, persone da sanzionare pesantemente per la loro inciviltà.

Farli sembrare degli svitati senza senno è tipico di una politica che più che instillare nei cittadini il senso di appartenenza alla cosa pubblica, la cultura della legalità e della convivenza,  insulta senza nè prevenire nè curare per definire il sottosviluppo etico-culturale.

Probabilmente Bianchini, chef noto anche oltre i confini della Tuscia, si preoccupa solo di cosa possano pensare gli avventori del suo ristorante provenienti da fuori, il cui aumento esponenziale egli si augura prima di ogni cosa, facendone la leva primaria della sua azione politica.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *