Home Politica Viterbo-Comune: Minchella abbandona il Pd e manda un segnale di libera uscita ai centristi del partito ormai sempre più vicini alla nuova formazione politica di Renzi
Viterbo-Comune: Minchella abbandona il Pd e manda un segnale di libera uscita ai centristi del partito ormai sempre più vicini alla nuova formazione politica di Renzi

Viterbo-Comune: Minchella abbandona il Pd e manda un segnale di libera uscita ai centristi del partito ormai sempre più vicini alla nuova formazione politica di Renzi

0
0

ieri la consigliera comunale del Pd Martina Minchella ha annunciato la sua uscita dal Pd motivandola con una sua totale delusione rispetto alla politica del partito: qualcuno ha messo in relazione al clamoroso gesto un possibile approdo su sponde leghiste. Si vedrà, ma non è questo l’elemento importante dell’abbandono, quanto, secondo me, il segnale ad esso legato. Un segnale di libera uscita dal partito per tutta l’ala popolare e moderata che non si ritrova nella gestione a loro dire neo-diessina di Zingaretti: dopo aver “governato” il pd a lungo con maggioranze assolute ora l’ala centrista del partito si sente in gabbia e naviga velocemente verso il nuovo partito renziano in costruzione. Non c’è più dialogo che tenga, tentativo di salvare il salvabile, dinanzi ad una allettante nuova prospettiva politica.

D’altronde i democrats a Viterbo sono divisi e bellicosi al loro interno da anni ormai, forse è arrivato il punto di non ritorno: magari Panunzi e Fioroni riprenderanno a dialogare più serenamente se ognuno lo farà dalla sua “casa”, come ai tempi di ds e margherita: il pd finora più che un partito è stato un esperimento di fusione a freddo e almeno quello è ampiamente fallito.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *