Home Politica Viterbo-Comune: la strategia dell’allarme sicurezza, Lega e Fdi iniziano la campagna elettorale mettendo “paura” ai cittadini, ma i reati a Viterbo diminuiscono, lo dice il Questore
Viterbo-Comune: la strategia dell’allarme sicurezza, Lega e Fdi iniziano la campagna elettorale mettendo “paura” ai cittadini, ma i reati a Viterbo diminuiscono, lo dice il Questore

Viterbo-Comune: la strategia dell’allarme sicurezza, Lega e Fdi iniziano la campagna elettorale mettendo “paura” ai cittadini, ma i reati a Viterbo diminuiscono, lo dice il Questore

0
0

Eh sì, ormai la Lega viterbese è già in piena campagna elettorale, conscia che l’amministrazione Arena difficilmente arriverà a scadenza: fatto l’accordo con Rotelli eccolo quindi brandire il tema sicurezza come una spada, insieme all’alleato meloniano, come se la città dei papi fosse un bronx vero e proprio.

La paura, quel senso di timore che può portare i cittadini a votare il primo “salvatore” che si presenti loro, che incarni gli ideali di ordine e disciplina: ideali che la giunta in carica non sta certo facendo rispettare tra parcheggi selvaggi, sporcizia e senso di abbandono imperanti.

Di qui addirittura la proposta di utilizzare come ronda i poliziotti in pensione, mentre le strade del centro storico si continua a tenerle aperte alle auto e a svuotarle di vita.

Abbiamo quindi l’idea precisa di come sarà verbalmente violenta, aggressiva la campagna elettorale di Lega e Fdi: forze con la loro incessante e strumentale ricerca di sicurezza smentite anche dalle ultime dichiarazioni del questore di Viterbo Macera che parla di reati in diminuzione, di aumentate denunce dei cittadini e di maggiore presenza sul territorio delle forze dell’ordine.

Lega e Fdi giocano su un malinteso senso di percezione confondendo le acque del tema sicurezza con la noia e il vuoto cittadino.

Un gioco elettoral- populistico che nulla ha a che fare con la costruzione necessaria di una nuova città plurale e dinamica.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *