Home Politica Viterbo-Comune: il grande appetito, tutti hanno gran fame a Palazzo dei Priori, ma i posti a tavola non sono per tutti, continua il litigio tra i commensali
Viterbo-Comune: il grande appetito, tutti hanno gran fame a Palazzo dei Priori, ma i posti a tavola non sono per tutti, continua il litigio tra i commensali

Viterbo-Comune: il grande appetito, tutti hanno gran fame a Palazzo dei Priori, ma i posti a tavola non sono per tutti, continua il litigio tra i commensali

0
0

Oltre che non essere risolta la crisi l’impressione è che la maggioranza a Palazzo dei Priori non sappia come procedere: evidentemente una famiglia allargata che si mette d’accordo solo sulle cose da fare per se stessa se litiga poi al suo interno non sa più cosa fare.

Non riesce più a trovare la sintonia ed ogni suo componente alza il prezzo della sua partecipazione alla spartizione. E bisogna stare attenti che sorelle, nipoti, mogli e cognate non si innervosiscano e pretendano di più: Arena sembra sempre più il pater familias che si siede a capotavola e non sa neanche cosa offrire ai coiinvitati: chi è carnivoro, chi vegetariano, chi non sopporta il glutine, chi detesta il bollito, chi le fritture, hanno tanta fame, ma non si mettono d’accordo sulle pietanze da scegliere.

Il menu si allunga ogni giorno di più e l’unica cosa che si è capita chiara è che Fusco non la vuole la Nunzi come commensale, la giovin assessore sarà esclusa dal pranzo, a meno che lo chef (!!!!) Bianchini non minacci di dar fuoco alle pentole, allora sarebbero problemi…

Visto che la discussione è lunga, Arena opta (come vedete nella foto in alto) per mettere qualcosa sotto i denti, un bel panino al prosciutto, in attesa che finalmente il vero pranzo inizi.

Certo come organizzatore generale della tavolata il gaudente Arena mostra di non saperci granchè fare, tranne che segnare gli ordini sul taccuino, pesce a te, carne alla brace a te, ma nemmeno una dispensa piena come un uovo riesce a contenere tutto il cibo che serve a sfamare i commensali e non puoi neanche dire mettetevi a dieta che in quel caso sì che la crisi non rientra, altrochè.

(p.b)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *