Home Politica Viterbo, Comune: attuali portavoce del csx viterbese? Gli “outsider” Barelli e Rossi coprono un grande vuoto
Viterbo, Comune: attuali portavoce del csx viterbese? Gli “outsider” Barelli e Rossi coprono un grande vuoto

Viterbo, Comune: attuali portavoce del csx viterbese? Gli “outsider” Barelli e Rossi coprono un grande vuoto

0
0

In questo momento chi rappresenta in maniera più diretta le istanze di csx a Viterbo non è il pd o altri, ma sono in due, il consigliere comunale Barelli ed il giornalista-ideologo Filippo Rossi. Il primo  fa di tutto per introdurre a Palazzo dei Priori il senso di legalità, ha il coraggio (unico  e solo) di parlare di mafia e politica,  di lotta al cemento, di etica, carta di Pisa  e  dintorni: il secondo sui social  e sul suo blog si oppone con forza, pungente satira e toni barricaderi alla destra oscurantista nazionale e alla pericolosità latente del “pensiero leghista”.

Barelli è l’unico che riesce a guadagnare l’attenzione in consiglio,  Rossi si sforza di indicare come percorso di salvezza una destra democratica ed europea che nel nostro paese fa fatica a trovare spazio.

Sono tentativi che meritano di essere segnalati nel grigiore assoluto della vita cultural-politica viterbese perchè evocano una via di uscita dalla piattezza e dalla sudditanza psicologica che continua a paralizzare l’intera cittadinanza della città dei papi,  con un respiro tematico nazionale (per Rossi è abitudine, di cose viterbesi ha smesso di occuparsi da un po’).

Non sorprendano queste righe, gli schieramenti in politica ormai valgono relativamente e basta ascoltare gli interventi dei due personaggi suddetti, vanno a coprire, volenti o nolenti, il vuoto programmatico e organizzativo dell’attuale csx locale.

(p.b.)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *