Home Cronaca Viterbo, “acqua in consiglio”, Comitato non ce la beviamo: “Si è fatta chiarezza, ora sappiamo chi sono i responsabili”
Viterbo, “acqua in consiglio”, Comitato non ce la beviamo: “Si è fatta chiarezza, ora sappiamo chi sono i responsabili”

Viterbo, “acqua in consiglio”, Comitato non ce la beviamo: “Si è fatta chiarezza, ora sappiamo chi sono i responsabili”

0
0

Sapevamo già che sulla decisione presa a porte chiuse non si sarebbe tornati indietro, ma almeno oggi è stata fatta chiarezza sulle responsabilità dell’aumento della tariffa dell’acqua.
Il Sen. Fusco (Lega ) che aveva gridato la sua netta opposizione all’aumento è stato smentito dal suo stesso partito che ha votato l’ordine del giorno opposto insieme a tutta la maggioranza.
Il Pd che sventola da sempre la bandiera dell’acqua pubblica ha dimostrato tutta la sua ipocrisia spaccandosi .
Il partito di Serra infatti si è alleato con la maggioranza approvando l’aumento mentre Ciambella, pur se ha sostenuto l’ordine del giorno dell’opposizione, durante il dibattito ha dichiarato di non volere il fallimento di Talete, contrapponendosi, di fatto, alla posizione di questo Comitato che ha sempre rivendicato l’attuazione della Legge 5/2014.
Solo i consiglieri del movimento Cinque Stelle, di Viterbo 2020 e Viva Viterbo sono stati coerenti con il
loro voto di opposizione .
Una mera vergogna le parole del Presidente Parlato che a difesa del provvedimento si è giustificato dicendo che nel Lazio gli aumenti sono stati anche più alti.
Peccato che nessuno abbia replicato dicendo che oltre a pagarla cara sulla bolletta , i cittadini sono anche costretti ad andarla a comprare con un aggravio che per una famiglia media si aggira intorno agli 800,00 euro .
Grande assente il Sindaco che dopo la gaffe (speriamo) sulla mafia ha pensato bene di evitare un’ altra pessima figura.
Sarà forse una vittoria di Pirro ma siamo soddisfatti che che le responsabilità siano venute fuori e che i cittadini sappiano la verità.

COMITATO NON CE LA BEVIAMO

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *