Verso le politiche/boatos: panunziani che non votano Fioroni che non vota Mazzoli, nel Pd è tempo di resa dei conti

Ecco, li vedete nella foto, entrambi preoccupati: ma non solo perchè la lotta nei collegi di Viterbo sarà difficile contro un centrodestra che i sondaggi danno in netto vantaggio, ma perchè entrtambi la affronteranno con un partito disunito e spaccato al proprio interno: per il pd  viterbese il giorno della resa dei conti, tante volte rimandato, stavolta sembra essere arrivato per davvero. Tra Fioroni e Panunzi le speranze di dialogo sono ridotte al lumicino, dopo l’ultimo scontro per le candidature, e bisogna dire che l’onorevole di Pianoscarano stavolta ha puntato un po’ troppo i piedi, lasciando le briciole alla minoranza. Ed ora si trova con i panunziani che, si dice, diserteranno in massa il voto uninominale per la Camera o comunque non voteranno per lui, dovessero anche votare Rotelli: ed i fioroniani che al Senato probabilmente sosterranno Battistoni, vicinissimo a Tajani, a sua volta in cordialissimi rapporti con il Peppe (si dice che i due stiano pensando a come conquistare, stavolta insieme, Palazzo dei Priori). Una situazione disastrosa che rischia di lasciare il centrosinisitra senza rappresentanti in parlamento,  a parte accordi delle ultime settimane: ma in ogni caso certo per i candidati del Pd  le cose d’un tratto si  sono maledettamente complicate, anche se personaggi come Mazzoli e Fioroni venderanno sicuramente molto cara la pelle: fino alla fine.

(pasquale bottone)

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *