Verso le politiche: “Potere al Popolo”, la vera sorpresa di questo periodo pre-elettorale

La vera sorpresa di questo periodo pre-elettorale è stata a tutti gli effetti la lista nazionale  Potere al Popolo, “i non rappresentati”,  che è riuscita a raccogliere le 51000 firme necessarie a presentarsi alla Camera e al Senato in tutta Italia. “Di fronte alle 375 firme da raccogliere per ogni collegio, spesso  siamo riusciti a raccoglierne e 1000, 1500 in pochi giorni, toccando,  senza copertura mediatica, senza soldi, senza contatti illustri   anche le province più sperdute” rivendicano i promotori. “Il sistema elettorale è strutturato in modo da consentire solo a chi è già in Parlamento di presentarsi: anche per questo la Bonino e altre forze politiche hanno dovuto rinunciare alla loro autonomia e associarsi a qualche carro. Noi siamo indipendenti perchè siamo i non-rappresentati, siamo quelli di cui in Parlamento non si parla mai, quelli che il Parlamento ce l’hanno avuto in questi anni come controparte. E ora ce l’abbiamo fatta da soli” aggiungono  con grande soddisfazione. E non è un caso che anche il sindaco di Napoli abbia di recente dichiarato alla stampa. “Nei partiti non c’è innovazione, Potere al Popolo è l’unica novità di queste politiche”. Ovvero la politica partita dal basso che in poche settimane è riuscita a raggiungere e a sollevare entusiasmo in centinaia di assemblee autoconvocatasi in tutta Italia, mica poco visti i tempi che corrono”.

(p.b.)

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *