Home Politica Verso le politiche: l’esercito dei fedelissimi carneadi senza lavoro (e senza voti) e il disinteresse totale degli elettori
Verso le politiche: l’esercito dei fedelissimi carneadi senza lavoro (e senza voti) e il disinteresse totale degli elettori

Verso le politiche: l’esercito dei fedelissimi carneadi senza lavoro (e senza voti) e il disinteresse totale degli elettori

0
0

E’ davvero da segnalare, anche in Tuscia, l’ottimismo della politica che fa i suoi calcoli e candida i suoi fedelissimi a prescindere dal loro talento dinanzi al disorientamento e alla disaffezione dei cittadini. Una candidatura come un posto statale, a cui può aspirare anche il primo venuto, come se gli elettori fossero un’ente assistenziale: è sempre più difficile trovare lavoro a Viterbo o a Rovigo, ma ciò non significa che chi ha moglie e figli e non ha un reddito o chi aspetta sistemazione debba necessariamente puntare al Parlamento, alla Regione o al Comune: non si  capisce perchè molti di questi improvvisati politici non si siano  rivolti al collocamento, alle agenzie interinali et similia. Con questo loro audace interessamento privato alla cosa pubblica non faranno altro che allontanare ancora di più i cittadini dalle urne, cittadini cui interessa trovare dei buoni amministratori e non degli aspiranti miracolati, stipendiati d’oro. Forse le cose fossero state chiare agli uni e agli altri ci saremmo evitati spettacoli indecorosi sia a livello nazionale che locale, gli interventi dei padrini a difesa dei loro protetti, questa elencazione incontrollata di ambiziosi carneadi indistinguibili l’uno dall’altro. Questa è la strada che porta all’abisso, fermiamoci un attimo prima, per favore.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close