Home Politica Verso le politiche, intervista esclusiva: “Energia e competenza, la mia politica”, cittapaese.it incontra Fabio Notazio, candidato F.I. alla Camera
Verso le politiche, intervista esclusiva: “Energia e competenza, la mia politica”, cittapaese.it incontra Fabio Notazio, candidato F.I. alla Camera

Verso le politiche, intervista esclusiva: “Energia e competenza, la mia politica”, cittapaese.it incontra Fabio Notazio, candidato F.I. alla Camera

0
0

Ha solo 29 anni, ma vissuti intensamente, con una passione per la politica sbocciata già in età verdissima: Fabio Notazio, candidato al plurinominale per Forza Italia alla Camera è stato tra l’altro, negli ultimi due anni, apprezzato assessore alla cultura e alle politiche europee all’interno della giunta Paolini al Comune di Montefiascone.  Pilota d’aereo, manager dinamico, è di quelli che preferisce un più salutare succo d’arancia al caffè (la conversazione avviene nel “solito” bar del centro).

Intanto si è autosospeso da assessore fino al 4 marzo…

Mi sembrava corretto farlo per una questione di rispetto delle istituzioni che non è una priorità solo dei 5 stelle”

A proposito, teme molto una definitiva esplosione dei pentastellati?

“Intercetteranno sicuramente alte percentuali di votanti”

Anche se il centrodestra viene dato nettamente in testa…

“Non ho dubbi, loro sono una squadra compatta, un monoblocco, noi dobbiamo far conciliare più anime tra loro, ma Berlusconi e Tajani ci riusciranno, ne sono sicuro”.

Da cosa nasce questa sua sicurezza così totale?

“Dalla fiducia incondizionata che nutro nei confronti del Presidente Berlusconi che ha voluto che fossi candidato e che mi riceverà mercoledì prossimo a Roma e nella consapevolezza che il suddetto presidente passerà sicuramente il testimone  per il governo all’altro Presidente Tajani che sta già dimostrando in Europa tutta la sua bravura e la sua preparazione”.

Tajani viene dato come possibile premier in un governo di larghe intese…

“Io spero che il centrodestra vinca le elezioni e governi da solo, certo se poi fossero necessari accordi trasversali per il bene del Paese ho piena fiducia in Tajani”.

Pensa di potercela fare ad essere eletto al primo colpo?

“Ce la metterò tutta, anche se per me queste sono elezioni di presentazione, in cui vado a costruirmi il mio peso politico e la mia credibilità futuri”.

Lei ci tiene ad essere definito un “politico dei fatti”…

“Sono del parere che uno debba fare politica solo per trasferirvi le proprie competenze professionali, non per altro. E’ necessario stabilire un contatto diretto con l’elettorato, non corteggiarlo solo prima del voto. Con la mia esperienza a Montefiascone in questi anni penso di aver  dimostrato di essere un amministratore dinamico, che dialoga con gli enti, sa come accedere ai fondi europei, organizza incontri culturali coinvolgendo tanta gente, uno che si muove insomma. Ho da ringraziare, però, il coordinatore regionale del Lazio  di Forza Italia Fazzone che ha sempre creduto in me e mi ha dato piena fiducia anche in relazione alla mia candidatura alla Camera e Sandro Leonardi, il mio punto di riferimento principe in assoluto”.

Anche perchè lei poi fa il manager di lavoro..

“Mi occupi di università privata con Pegaso e Campus, preparo i giovani alla partecipazione ai concorsi, do una mano ai miei ad amministrare un’ importante azienda agricola”.

Mai fermo un attimo, insomma…

(ride) No, e calcoli che viaggio molto per lavoro e ho la passione per il volo, ho il brevetto di pilota”. (ride ancora)

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close