Home Politica Verso l’ election day: eccoli i canditati alle regionali e all’uninominale, figli di un dio minore e del Rosatellum
Verso l’ election day: eccoli i canditati alle regionali e all’uninominale, figli di un dio minore e del Rosatellum

Verso l’ election day: eccoli i canditati alle regionali e all’uninominale, figli di un dio minore e del Rosatellum

0
0

Il Rosatellum sarà legge elettorale equa o iniqua? Mah, sicuramente è partita male, tra le critiche  e le perplessità di molti, se non di tutti ed ora che siamo in piena campagna elettorale se ne vedono tutti i limiti.

Basti pensare alla differenza di trattamento che riserva ai candidati all’uninominale, alle regionali e al plurinominale: i primi due sì che li vedi lavorare, sono sempre in giro, la tensione sul volto, l’adrenalina che scorre a fiumi: i terzi, invece, specie se ben piazzati nel listino svogliati, presenzialisti come predestinati annoiati.

Loro sì figli della politica dei garantiti e delle poltrone, generate da un “dio maggiore” che li protegge. gli altri due sempre lì a correre, a rimetterci soldi di tasca propria, perchè i partiti ormai di fondi di nelle casse ne hanno sempre meno. Chi si affanna, spende e spande, chi mangia i pasticcini alle presentazioni, ingrassa alle cene, con il volto rilassato ( e troppo rotondo…). Poi dicono che il Rosatellum non faccia “enologia d’alto bordo”, “etilismo da cocktail per sofisticati appartenenti a quella che Stella ben definì la casta.

La casta che si autoprotegge trasversalmente, che non ama il sudore della fronte e il vocio assordante dei luoghi affollati di persone, che magari devi pure convincere a votarti, ma i cocktail tranquilli per pochi nati con la camicia: che corressero, si affannassero i “figli di un dio minore” dell’uninominale e delle regionali, gli unici protagonisti indefessi di questa campagna elettorale, d’altronde la “casta è casta e va sì rispettata” (lo diceva anche il marchese al netturbino nella “Livella” di Totò, d’altronde no? C’est la vie, c’est la mort…”).

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close