Verso il congresso provinciale Pd : Egidi si ricandida, nonostante la dolorosa sconfitta di Tarquinia, Panunzi lancia la Benedetti

Il Pd va a grandi falcate verso il suo congresso provinciale, che dovrebbe tenersi entro un mese o poco più, le date saranno stabilite al più presto: piuttosto clamorosamente il segretario in carica Egidi (nella foto) ha lanciato la sua autocandidatura e sarebbe la sua la terza elezione consecutiva. All’interno del pd qualcuno si aspettava che invece Egidi si preparasse per le prossime scadenze elettorali, puntando magari alla regione, ma il segretario è più vicino all’adagio che vuole che chi si accontenta gode evidentemente. Certo, quest’ultimo ha buone possibilità di farcela, è con la mozione di maggioranza, anche se in ambito renzian- fioroniano, ambito di cui fa parte e che comunque l’appoggerà, si sarebbero aspettati da lui un passo indietro, specie dopo l’imprevista debacle di Tarquinia che nessuno ha ancora digerito in casa Pd. E l’altra componente in campo dei renziani di prima osservanza (a Viterbo il fronte renziano” è spaccato, come si sa) non nasconde l’intenzione di dare battaglia, mentre l’orlandiano Panunzi medita di schierare la sua pupilla Manuela Benedetti e di spingerla a candidarsi alla segreteria. Resta comunque l’immagine di un partito ormai rinchiuso nelle guerre di Palazzo, molto lontano dal suo elettorato, tenuto in piedi dalle mosse strategiche di Fioroni e dal consenso che Panunzi continua a ricavare dall’essere stato per cinque anni consigliere regionale. Di dibattito, confronto e discussione nei democrats neanche l’ombra.

(pasquale bottone)

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *