Un sabato qualunque, un sabato viterbese: la dittatura becera degli “automobilisti fuorilegge” che parcheggiano dove vogliono

E’ un sabato qualunque, un sabato viterbese: del divertimento e dell’allegria ? No, della spudoratezza e delle inciviltà. Ecco la foto di come una piazza come piazza del Comune era ridotta ieri sera a orribile parcheggio di incivili “nottambuli” del fine settimana: la situazione non cambiava se uno si allungava nella non lontanissima Piazza della Repubblica. Occupazione indebita di luoghi storici che dovrebbero essere destinati a visitatori, turisti, a cittadini che magari avessero voglia di fare due passi al centro città: tutti messi all’angolo dall’esercito dei fuorilegge che si sentono padroni della città e stabiliscono le loro regole, infischiandosene della collettività: e poi si accusa l’amministrazione che certo non brilla, ma con un’altra andrebbe meglio o il rispetto delle regole a Viterbo è diventata cosa sconveniente che in pochi praticano? Una città può ripartire solo dalla sensibilizzazione dei suoi abitanti, non da altro: tra questi automobilisti che agiscono contro ogni buon senso e senza vergogna volete scommettere che ce ne sono a tanti che gridano  alla necessità dei poliziotti di quartiere e al pericolo immigrazione? La cosa non mi sorprenderebbe in questa dittatura della maleducazione che opprime la città.

(p.b.)

 

Nella foto di  “Viterbo, centro storico chiuso” il sabato sera a Piazza del Comune

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *