Umbria Jazz Winter: il Capodanno in musica (e non solo) ad Orvieto è ormai un “classico”

Da anni il Capodanno a Orvieto coincide con l’ Umbria Jazz Winter, per un saluto al nuovo anno speciale all’insegna della musica, grazie ai tantissimi appuntamenti in programma.

La manifestazione è un evento diffuso che coinvolge location storiche come il Teatro Mancinelli, il Palazzo del Popolo, il Palazzo dei Sette e il celebre Duomo di Orvieto, ma anche tanti locali e bistrot in tutto il centro storico.

La serata del 31 Dicembre per il Capodanno a Orvieto inizia alle 18:00 a Palazzo del Popolo con l’universo musicale di Maria Pia de Vito, una delle voci più originali del panorama jazz italiano, capace di unire il linguaggio jazz con le tradizioni mediterranee. Sempre alle 18:00, il Palazzo dei Sette ospita la musica del quartetto di Filippo Bianchini, sassofonista di origina umbro e respiro internazionale, che torna nella sua città natale dopo lunghi soggiorni e collaborazioni estere.

Musica, ma anche gastronomia! Per il Capodanno a Orvieto sono in programma 3 cenoni di Capodanno in altrettante splendide location, sempre accompagnati dal meglio della musica jazz e non solo:

  • Ristorante San Francesco, dalle 20:30 – tutta la verve e l’ironia dei The Licaones, quartetto formato da Francesco Bearzatti, Mauro Ottolini, Oscar Marchioni e Paolo Mappa
  • Il Malandrino Bistrot, dalle 21:00 – Gran cenone di fine anno in compagnia del The Connection Trio, con Piero Odorici, Darryl Hall, Roberto Gatto
  • Palazzo dei Sette, dalle ore 22:00 – Gran cenone di fine anno in compagnia dei Sugarpie and the Candymen, con le loro rivisitazioni swing in chiave moderna
Aspettando la mezzanotte, dalle 23:15 al Palazzo del Popolo ci si diverte in compagnia ancora una volta dei The Licaones, in funambolico equilibrio tra blues, funky, atmosfere classicamente hammond, echi latini e soprattutto improvvisazione jazz.
Dopo il brindisi di mezzanotte, l’appuntamento è invece al Teatro Mancinelli per il classico concerto gospel che da sempre saluta il nuovo anno a Orvieto. Quest’anno sul palco il Benedict Gospel Choir, coro americano d’eccezione già esibitosi per il Papa in Vaticano o per i reali di Montecarlo, capace di mescolare la tradizione del canto religioso afroamericano con i generi più moderni.

bellaumbria.net

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *