Home Senza categoria “Tre euro all’ora, gli schiavi del call center”: quando “Caffeina Magazine” denunciava lo sfruttamento del lavoro, ed ora?
“Tre euro all’ora, gli schiavi del call center”: quando “Caffeina Magazine” denunciava lo sfruttamento del lavoro, ed ora?

“Tre euro all’ora, gli schiavi del call center”: quando “Caffeina Magazine” denunciava lo sfruttamento del lavoro, ed ora?

0
0

Ieri il sindacato Cisl, senza fare nomi, ha inviato alla stampa una nota in cui denunciava l’assoluta incongruità dei pagamenti alle maestranze di manifestazioni culturali cittadine che si vorrebbe favorissero lo sviluppo dell’economia e del lavoro: chissà a chi si riferiva la Cisl vista la quantità industriale di rassegne dai grossi mezzi e dai grossi appoggi che si tengono oggi a Viterbo. Bisognerà davvero scervellarsi per arrivare a capire a chi alludesse il sindacato, vista soprattutto l’entusiasmante situazione di tante associazioni culturali che spendono e spandono, investono e assumono con i ricchi finanziamenti comunali e regionali che ricevono. Siamo tutti d’accordo, comunque, che anche un giovanissimo, qualsiasi tipo di lavoro svolga, non può ricevere tre euro (a proposito, nette o lorde? Non si è capito) all’ora e vi offriamo la prova che anche la tanto criticata Caffeina almeno un tempo era d’accordo: è il 15 maggio 2015 e Caffeina Magazine (nella foto) strilla “Tre euro l’ora e un possibile aumento di 60 centesimi: ecco gli schiavi dell call center” con tono fortemente polemico facendo riferimento in special modo ad un call center di Taranto, oppresso dai cattivi pagamenti di un colosso della telefonia. Ora pare che la fondazione caffeina già da qualche anno paghi buona parte dei suoi ragazzi tre euro all’ora, molto strano; dove son finiti gli articoli del suo magazine che peroravano la giustissima causa? Ma su, non facciamoci tanto caso, tra tante cose che hanno da fare Baffo, Rossi e Barelli si saranno distratti un attimo…

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close