Home Cronaca Terremoto ai vertici di Cosa Nostra, 46 arresti, uno a Blera, in Tuscia
Terremoto ai vertici di Cosa Nostra, 46 arresti, uno a Blera, in Tuscia

Terremoto ai vertici di Cosa Nostra, 46 arresti, uno a Blera, in Tuscia

0
0

Un vero e proprio terremoto che sconquassa i vertici della mafia palermitana. Quarantasei arresti, in manette il nuovo capo dei capi, quello che è stato definito l’erede di Totò Riina. Individuata la nuova commissione provinciale di Cosa nostra: la direzione distrettuale antimafia di Palermo ha disposto un fermo di indiziato di delitto – eseguito dai carabinieri del comando provinciale di Palermo  – nei confronti di 46 persone ritenute responsabili di associazione per delinquere di tipo mafioso. Tra loro ci sono  Settimo Mineo, il “nuovo Totò Riina” e Nicolò Orlando, un 52enne  rintracciato dal nucleo investigativo di Palermo nella sua nella a sua abitazione di Blera grazie alla collaborazione dei  carabinieri di Viterbo. Nicolò Orlando, palermitano residente nella Tuscia, sarebbe affiliato alla famiglia mafiosa di Misilmeri, piccolo comune della Sicilia.

 

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close