Terme Inps a Viterbo, tante promesse non mantenute e situazioni non chiare negli anni

Un tempo esistevano 5 (cinque) stabilimenti termali gestiti dall’Inps. Battaglia (PD), Salsomaggiore (PR,), Fratta (frazione d Bertinoro, FC), San Giuliano (PI) e Viterbo. Nel 1992, “l’allora Commissario Straordinario dell’INPS Mario Colombo, dispose la chiusura unilaterale di tutti e cinque gli stabilimenti, che rappresentavano e rappresentano elemento fondamentale nell’economia dei rispettivi territori, e ciò per evitare gli inutili sprechi che vedevano molto più competitive le strutture private in convenzione, che costavano ben dodici volte meno di quanto sostenuto dall’Istituto, il quale peraltro erogava servizi molto più scadenti;” e “a seguito delle pressanti richieste degli Enti locali e delle Organizzazioni sindacali, l’INPS promulgò un bando ad evidenza pubblica, che portò all’affidamento in gestione provvisoria di quattro delle cinque strutture a Società private e privato-pubbliche, mentre le Terme dei Lavoratori di Viterbo non furono mai affidate”.
Battaglia conobbe un periodo di grande degrado, al pari di Viterbo (nell’articolo si legge “dopo un anno di esperienza le Terme Pietro d’Abano di Battaglia Terme furono restituite dai privati all’INPS per l’eccessiva onerosità del rapporto mentre, nonostante questo, brillanti risultati furono conseguiti dalle Terme di San Giuliano, dalle Terme Tommasini di Salsomaggiore e dalle Terme della Fratta di Bertinoro che conobbero dal 10 giugno 1994 una stagione di rilancio nonostante la grave crisi nazionale del settore”). Ma, contrariamente a Viterbo, negli ultimi 5 anni è riuscito a riprendersi.
Inoltre gli altri luoghi tutti comuni e non capoluoghi di provincia, al contrario di Viterbo, hanno nel toponimo la dicitura Terme (Battaglia Terme, Salsomaggiore Terme, Fratta Terme e San Giuliano Terme). Se li si ricerca su wikipedia o comunque in rete scopriamo che gran parte della loro fama e dell’economia si basano sul turismo termale.
Questo non accade a Viterbo. E mi chiedo: perché?
Recentissimamente Zingaretti, nel corso di una conferenza, ha promesso e annunciato l’imminente bando europeo per l’assegnazione, ristrutturazione e gestione dell’ex stabilimento termale. Forse sono eccessivamente sospettosa ma temo l’abbia fatto come estrema mossa politica, in vista della fine del suo mandato; che, in caso di elezioni regionali anticipate, potrebbe essere a novembre.

Barbara Cozzolino

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *