Teatro dell’Unione o dell’Utopia: nulla si sa del massimo cittadino e di una stagione teatrale annunciata vagamente e mai arrivata

Più passa il tempo più non si riesce a capire bene quale sorte toccherà al Teatro dell’Unione: in attesa di un bando pubblico nazionale si diceva che l’appalto provvisorio per la stagione autunnale invernale sarebbe stato affidato ad una associazione regionale Atcl che avrebbe avuto modo di mettere su un cartellone dignitoso in poco tempo, partecipando anche alle spese. Eppure siamo arrivati a metà settembre, i programmi delle stagioni teatrali sono usciti in tutta Italia e da noi non si sa ancora niente di niente: ma se una stagione teatrale non parte entro ottobre è inutile che prenda il via a dicembre o a gennaio, ci sono regole non scritte che però tutti rispettano e poi non si riesce a capire quale siano le effettive condizioni del Teatro dell’Unione, a che punto sia la sua agibilità totale, di quali lavori ci sia ancora bisogno e quando sapremo la storia dettagliata di questa eterna ristrutturazione e di cosa ha bisogno la struttura per essere pienamente funzionante. Per ora il Teatro dell’Unione ogni giorno di più diventa il teatro dell’Utopia anche quest’anno i viterbesi rischiano di dover fare a meno di una divagazione serale a teatro.

(p.b.)

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *