Teatro dell’Unione: nasce una prestigiosa partnership con il Teatro Augusteo di Napoli, 5 spettacoli in programma tra novembre e gennaio: c’è anche Lello Arena

Il Teatro dell’Unione sta per aprire i battenti con una stagione teatrale che si annuncia di grande interesse: due i calendari in programma, uno realizzato con il Teatro Augusteo di Napoli, l’altro con l’agenzia teatrale del Lazio Actl. Il primo, realizzato con la collaborazione dell’attuale responsabile dello storico teatro partenopeo, Paolo Caccavale, figlio del compianto patron Franco, sarà costituito da 5 spettacoli nello stesso tempo sia di ottima qualità che per un vasto pubblico, tra cui “Parenti Serpenti”, la commedia con Lello Arena (nella foto), scritta da Carmine Amoroso, per la regia di Luciano Melchionna e ispirata all’omonimo film di Monicelli. Sugli altri quattro spettacoli previsti c’è ancora il riserbo più assoluto, così come per il calendario dell’Actl che consterà di 7 appuntamenti, tra cui alcuni di danza. La riapertura è prevista per fine mese con le pièce dell’Augusteo, che saranno cinque tra il 28 novembre ed il 3 gennaio. C’è da dire che il Comune questa volta ed in primis l’assessore alla Cultura Delli Iaconi hanno saputo venir fuori molto bene dalle critiche continue, e molte volte interessate, ricevute da associazioni e operatori culturali cittadini stabilendo una partnership con un Teatro di gran prestigio, l’Augusteo, che riesce da sempre a conciliare esigenze di mercato con proposte d’intrattenimento di spessore che raggiungono un target ampio e variegato: e con queste premesse Viterbo finalmente potrà ospitare un teatro di ottima fattura, di livello nazionale, in grado di allietare molte, finora fiacche, serate invernali cittadine.

(pasquale bottone)

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *