Sere viterbesi, il degrado “sosta” nelle piazze cittadine “terra di nessuno”: cronaca di una città che ha sempre meno rispetto di se stessa

Le sere viterbesi, specie quelle del fine settimana,  sono un inno al mancato rispetto delle regole, alla maleducazione e alla tracotanza di molti cittadini che occupano le piazze cittadine (specie Piazza del Comune è letteralmente invasa) con le loro auto. Uno spettacolo davvero poco gradevole a vedersi, come la città fosse terra di nessuno, abbandonata a se stessa, vittima dei soprusi di chi la abita e dovrebbe amarla. Si parla sempre di emergenza ordine pubblico, di zone cittadine al centro di guerre tra band di immigrati e sicuramente questo è e sarà ancora un problema non da poco da risolvere: ma non possiamo dire che non ci sia anche un’emergenza etica in città, oltre ai tanti misteri della politica clientelare che continua a regnare sovrana, anche in relazione a questo terribile degrado urbano che la ha colpita, fatto di colpevoli ritardi amministrativi, incuria e dilettantismo, ma anche di calo sensibile di tensione civile da parte di molti cittadini purtroppo. Come se fosse stata imboccata una strada pericolosa che può portare solo ad ulteriori derive: sta in primis a chi abita questa città non arrendersi, sta alle istituzioni nazionali e locali con un impiego straordinario di risorse da recuperare in qualche modo  fare sì che sul territorio si possa operare un maggiore controllo: per non gettare alle ortiche un patrimonio di ricchezze invidiabile quanto maltrattato sempre più..

(p.b.)

foto a.derubeis da facebook

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *