Sembra un horror, ma è realtà: uccisi e avvolti nel cellophane due coniugi a Santa Lucia: principale sospettato uno dei figli, amante di “storie dell’orrore”

Orrore e morte a Santa Lucia, noto quartiere cittadino: Rosa Franceschini di 71 anni e Gianfranco Fieno di 83 anni  sono stati trovati uccisi nella loro abitazione, avvolti nel cellophane, uno accanto all’altro: dalle prime indiscrezioni sembra che non siano stati  riscontrati segnali di violenza sul corpo delle due vittime, ma ancora non è chiara la dinamica della scena del delitto. Quello che pare certo è che il principale sospettato sia il loro figlio Ermanno, dileguatosi nel nulla, simpatizzante dell’estrema destra, lettore appassionato dello scrittore horror gallese Arthur Machen, la copertina del cui  romanzo “Il grande Dio Pan” ancora campeggia sul suo profilo facebook con il seguente commento del Fieno:  “Finalmente è arrivato, dicono sia il libro più terrificante mai scritto, vediamo se è davvero così”. Un messaggio che a questo punto può essere collegato al tutto essendo il Dio Pan di Machen considerato  “essere mitico senza tempo, che travalicando dimensioni extracosmiche giunge  tra gli uomini per seminare insania e morte, oltre a servirsi degli stessi per i propri scopi”. Eppure Fieno era visto in città come un tipo riservato, chiuso, che non  amava lasciar discutere di sè, anche se qualcuno vagamente parla di “personaggio strano”: particolare ulteriormente macabro della vicenda il ritrovamento dei corpi avvenuto solo qualche giorno dopo il duplice omicidio, avvenuto grazie all’allarme lanciato dall’altro figlio della coppia che non riusciva a contattare i genitori. Le indagini sono in pieno svolgimento, nulla è trapelato di più, le ricerche di Ermanno Fieno sono in corso.

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *