Home Politica Rimborsopoli 5 stelle: Massimiliano Bernini, finito nella black kist, annuncia querela a “Le Iene”
Rimborsopoli 5 stelle: Massimiliano Bernini, finito nella black kist, annuncia querela a  “Le Iene”

Rimborsopoli 5 stelle: Massimiliano Bernini, finito nella black kist, annuncia querela a “Le Iene”

0
0

S i allarga il caso rimborsopoli del M5S, dopo il servizio delle ‘Iene’ che ha denunciato alcuni bonifici, mai effettuati, di alcuni parlamentari pentastellati. “Stiamo procedendo con i controlli per mettere fuori dalla porta quelli che non hanno donato tutto quello che avrebbero dovuto”, si legge sul blog M5S, in cui vengono annunciati i primi 5 nomi su cui “sono emerse irregolarità”: Andrea Cecconi, Carlo Martelli, Maurizio Buccarella, Ivan Della Valle, Emanuele Cozzolino.

“A ognuno di questi è stato chiesto di provvedere immediatamente a versare quanto dovuto”, concludono i Cinque Stelle. Ma altri cinque nomi sono stati resi noti dalle Iene tramite un post apparso sul sito della trasmissione di Italia1. Tra i parlamentari che avrebbero “falsificato le restituzioni di parte degli stipendi al Fondo per il microcredito” compaiono Silvia Benedetti; Massimiliano Bernini; Elisa Bulgarelli; Barbara Lezzi e Giulia Sarti. L’onorevole di Vetralla ha però reagito subito con veemenza, pubblicando sul profilo fb i dati dei bonifici effettuati e annunciando querela a “Le lene”.

Oggi Luigi Di Maio, a quanto si apprende, si recherà al ministero dell’Economia per chiedere un elenco più dettagliato dei versamenti devoluti dai 5 stelle al fondo per le Pmi. Intanto ieri sera, parlando al comitato elettorale, il candidato premier M5S ha sostenuto che la vicenda ‘rimborsopoli’ “sarà un boomerang per tutti i partiti che ci stanno attaccando perché ora per i cittadini è chiaro che noi abbiamo restituito 23 milioni di euro mentre gli altri si sono intascati fino all’ultimo centesimo. Il tempo di concludere le verifiche – ha spiegato Di Maio – e per chi ha fatto il furbo non ci sarà più posto nel Movimento. Per noi le regole sono sacre e questa è una garanzia per gli italiani”.

Secondo Beppe Grillo, invece, il caso rimborsi “alla fine ci favorirà! Ora tutti, anche il panettiere qui all’angolo, sanno che i nostri si tagliano gli stipendi e restituiscono soldi che gli altri si tengono in tasca”.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close