Home Politica Renzi in Tuscia: la solita politica dell'”ottimismo facile” e degli “annunci”, ma dietro i sorrisi smaglianti il nulla
Renzi in Tuscia: la solita politica dell'”ottimismo facile” e degli “annunci”, ma dietro i sorrisi smaglianti il nulla

Renzi in Tuscia: la solita politica dell'”ottimismo facile” e degli “annunci”, ma dietro i sorrisi smaglianti il nulla

0
0

Ed ecco che il treno di Renzi arriva in Tuscia pieno di smaglianti sorrisi, con l’accompagnamento di corti fedeli e osannanti: in pratica le solite passerelle del presidente del consiglio che predica ottimismo, elogia la bellezza del Paese, spinge tutti ad avere fiducia con l’annuncio di roboanti riprese. E quando magari qualche imprenditore gli fa presente che forse c’è un problema di infrastrutture, di detassazione, di disoccupazione da combattere se la cava con il solito monito a “impegnarsi, a produrre di più, ad aumentare le esportazioni”, lasciando credere che magari il problema del settore della ceramica è tutto interno alla voglia del settore stesso di insistere e di rischiare di più. Renzi taglia sempre corto quando ci sono i problemi reali, è un post-berlusconiano liberista che non vuole ostacoli o problemi sul suo cammino e, se questi ci sono sono, è sempre colpa degli altri: ma in Tuscia ieri è stato trattato come la Madonna che appare e benedice le ambizioni elettorali del pd proprio quando quest’ultimo perde peso politico in tutta la provincia, lontanissimo dal voto popolare spontaneo e di opinione. Se avesse voluto davvero verificare le condizioni della provincia, avrebbe controllato gli indici di disoccupazione, la fragilità delle istituzioni locali: ma questo poco conta, l’importante è che il freccia rossa corra, passi e lasci il segno dell’ottimismo ad oltranza, arrivando ovviamente in orario.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close