Home Senza categoria Regionali, -6 al voto: “Non mi sento un “ospite” in lista, con i miei voti rafforzerò Forza Italia”, cittapaese.it incontra Daniele Sabatini
Regionali, -6 al voto: “Non mi sento un “ospite” in lista, con i miei voti rafforzerò Forza Italia”, cittapaese.it incontra Daniele Sabatini

Regionali, -6 al voto: “Non mi sento un “ospite” in lista, con i miei voti rafforzerò Forza Italia”, cittapaese.it incontra Daniele Sabatini

0
0

Ancora una “telefonica”, ma avrete presente quali siano state le condizioni climatiche qui da noi, oggi, difficile anche solo ipotizzare appuntamenti dal vivo; poi Daniele Sabatini a stento si  ferma per dormire qualche ora di notte in questo periodo, se il figlio di 4 mesi glielo consente: è impegnatissimo nella campagna elettorale per le regionali, per essere confermato consigliere,  ed è anche dato tra quelli che se la passano meglio, ad ascoltare le voci di corridoio.

Breve riassunto dei primi 5 anni passati alla Pisana…

“Una grande esperienza, che mi ha visto unico protagonista istituzionale del centrodestra dopo le scorse elezioni e lo strapotere anche numerico dei rappresentanti della sinistra: mi sono battuto da solo per la difesa del territorio. aggredito per cinque anni continuamente, penso di aver fatto il mio dovere, considerando poi che fossi anche all’opposizione”.

La seconda volta è partita con più consapevolezza…

“Sicuramente, la prima volta ero un po’ un outsider, avevo solo 29 anni e non ho avevo certo l’esperienza che poi ho avuto modo di accumulare in questi anni.  Sono un consigliere uscente, questo già rappresenta una base  di conoscenza non da poco quando mi rapporto con il mio elettorato potenziale. Mi sento un candidato di Forza Italia in tutto e per tutto, non un ospite in lista e farò di tutto per migliorare non solo il mio, ma il risultato di tutta la coalizione con il mio impegno”.

Avrà avuto già dei precisi segnali in questi suoi lunghi tour per la provincia… 

“Devo ammetterlo, tanta simpatia e tanti incoraggiamenti ad andare avanti, ho trovato un bel clima intorno a me: sono questi i lati positivi della “preferenza”, hai un rapporto stretto che diviene quasi amichevole con chi vai ad incontrare, il territorio lo “senti”, lo “vivi”.

Continuerà il suo sodalizio politico con Giulio Marini? 

“Giulio è un amico, mi dà in continuazione dimostrazioni di affetto e di stima, sa come consigliarmi senza invadenza, come starmi vicino anche nei momenti più complicati, perchè chi affronta una competizione elettorale di strade anche in salita ne affronta tante, ha bisogno di gente di cui fidarsi, ecco in questo l’amico Giulio per me rappresenta una solida sicurezza”.

Se il 5 marzo fosse eletto, cosa avrebbe al primo posto in agenda? 

“Lavorare per il completamento delle infrastrutture di cui il nostro territorio ha estremamente bisogno, a partire dalla trasversale”.

Lei ha un figlio appena nato, si augura che da grande vada a studiare all’estero o che cresca nella sua terra?

“Mi auguro che viaggi tanto come abbiamo fatto io e la madre, che studi, si arricchisca culturalmente, ma poi senta sempre il bisogno di tornare al,a base: sì che possa vivere e realizzarsi bene nella sua terra”.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close