Provinciali: l’ennesimo trionfo di Fioroni, signore di Viterbo e della Tuscia: ma lo scaltrissimo “Beppe da Pianoscarano” domina senza concorrenza

Strane provinciali, elezioni della politica che vota se stessa e, anche quando succede così vince sempre Fioroni: perchè inutile negarlo il Beppe da Pianoscarano ha trionfato, ha avuto la meglio un’altra volta. Ha accettato la candidatura dello scalpitante Pietro Nocchi (respingendo quella di Angelelli) già sindaco di Capranica a presidente (un “civico” che non gli è ostile, anche se si è fatto da solo e rivendica i suoi spazi di autonomia) ottenendo in cambio la vicepresidenza, ha piazzato in consiglio comunale i suoi moderati e riformisti Livio Treta e Massimo Paolini, e per la parte del pd che gli è vicina Aldo Fabbrini ed Eugenio Stelliferi ed in qualche modo ha favorito l’elezione come consigliere del centro destra di Alessandro Romoli. Ottenendo così il controllo totale di Palazzo Gentili, mettendo in fila tutti e orientando ogni scelta. Tra Viterbo (specialmente) e provincia Fioroni continua a non trovare ostacoli e ad essere incontrastato dominus delle sorti generali della politica locale. Ovviamente ciò denota capacità di manovra e tatticismo vincenti, peccato che alla fine servano solo per tenere saldi gli equilibri fioroniani e per consentire all’onorevole di Villa San Giovanni di giocare a scacchi con le sorti d città e provincia: figuriamoci un politico così esperto, calcolatore e cinico quante belle cose potrebbe realizzare per la sua terra, come potrebbe elevarne la piattezza e migliorarne le condizioni di vita se solo volesse: ma sono cose che per il navigato e vincente Fioroni non contano, l’importante è il controllo generale del territorio che lui riesce ad avere: Tanto di avversari non è ha almeno in casa, dove può tranquillamente troneggiare su una classe politica in massima parte più che mediocre e senza alcun coraggio, naturalmente abituata al vassallaggio.

)p.b.)

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *