Prato Giardino: non resta che chiuderlo per poi riqualificarlo: non è dignitoso lasciarlo morire così tra cronaca nera e degrado

Sarebbe il caso di cominciare a capire se un Parco pubblico come quello di Prato Giardino in quelle condizioni in cui versa sia più una risorsa chiuso che aperto per la città: almeno vederlo fuori servizio potrebbe fare da stimolo a riqualificarlo, a dargli una identità ed una dignità ormai persa. Prato giardino finisce puntualmente in prima pagina per tristi episodi di cronaca (ultimo l’arresto di domenica scorsa di uno spacciatore), per il degrado che lo caratterizza, per le cattive frequentazioni che lo mortificano, addirittura per scene di sesso in pieno giorno. Ditemi voi se ha un senso, aggiungendovi lo stato del verde pubblico davvero pietoso, che resti a disposizione del pubblico con un aspetto simile. Possibile che a Viterbo non si riesca a dare un senso neanche ad un parco pubblico? Possibile che almeno non lo si possa trasformare in uno spazio eventi che decongestioni il centro storico da manifestazioni ripetute estive o invernali di lunga durata? Questo se non si è in grado di farlo diventare quell’oasi di pace, aria buona e bellezza naturale che dovrebbe essere: e allora sottraiamo almeno agli occhi dei viterbesi questo indegno spettacolo, chiudiamo il tutto e amen. Sarebbe una scelta più coraggiosa e rispettosa sia della collettività che del parco almeno.

(p.b.)

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *