Home Politica Politiche e regionali 2018: il cdx a Viterbo stravince, al Pd resta solo la “trincea” di Zingaretti e Panunzi
Politiche e regionali 2018: il cdx a Viterbo stravince, al Pd resta solo la “trincea” di Zingaretti e Panunzi

Politiche e regionali 2018: il cdx a Viterbo stravince, al Pd resta solo la “trincea” di Zingaretti e Panunzi

0
0

A Viterbo l’affermazione del cdx è stata netta e di grosse proporzioni: a tentare di fare da diga un cinquestelle timido sul territorio e l’asse pd che resiste, quello formato da Zingaretti e Panunzi, entrambi ottimi comunicatori con un’immagine ed un modo di fare politica “popolare” nel giusto senso, vicino alle esigenze della popolazione ed entrambi convinti che quest’ultima non debba mai essere lasciata sola o trattata con sufficienza.

Ben più diffusa l’esplosione del centrodestra che fa eleggere Rotelli alla Camera, Battistoni al Senato (il leghista viterbese Fusco eletto a Guidonia) e si parla di una conferma di Daniele Sabatini tutta da verificare nelle prossime ore.

Una vittoria piuttosto fragorosa che conferma che l’affermazione del csx nel 2013 fu solo un episodio e che la città dei Papi resta saldamente di destra. L’esclusione roboante di Fioroni dalla Camera disegnerà sicuramente nuovi scenari politici con un pd in fortissimo affanno, “confuso e infelice” che dovrà affrontare una inevitabile resa dei conti anche in città e provincia.

Vediamo cosa succederà di qui alle comunali, certo il cdx può solo perderle per colpa propria, a meno di sorprese civiche della penultima e ultima ora: il centrosinistra può ripartire solo da Panunzi, intorno c’è il deserto.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close