Home Politica Politiche 2018: Peppe Fioroni, una sconfitta epocale che cambia gli equilibri politici cittadini
Politiche 2018: Peppe Fioroni, una sconfitta epocale che cambia gli equilibri politici cittadini

Politiche 2018: Peppe Fioroni, una sconfitta epocale che cambia gli equilibri politici cittadini

0
0

Nel pd sono tutti con gli occhi allucinati sul televisore, in questi momenti, ad aspettare la conferenza stampa di Renzi che ufficializzi le sue dimissioni. La botta è stata terribile a Viterbo, terra dell'”imperatore” Fioroni che per decenni ha troneggiato in città qualsiasi coalizione fosse in carica al Comune. La sconfitta dell’onorevole di Pianoscarano è netta (la vittoria del suo principale avversario Rotelli schiacciante), quasi umiliante per uno come lui: figlia di un eccesso di tronfia sicurezza che accompagna la sua azione politica da sempre, di una vistosa accelerazione padronale nella gestione del suo partito, di polemiche ripetute e di scontri interni all’ultimo sangue in grado solo di lacerare un ambiente.

Fioroni viene addirittura superato dai 5 stelle, pur inspiegabilmente lenti e rinunciatari sul territorio, che hanno trovato nell’avvocato Elisa Galeani una rappresentante di tutto rispetto. Perde anche Alessandro Mazzoli al Senato, ma la sua è stata una partita giocata senza tracotanza, con spirito di servizio lodevole, umiltà, e massima disponibilità nei confronti della nostra provincia: Mazzoli ha dovuto arrendersi alla crisi del suo partito, ad un Battistoni lanciatissimo e allo strapotere di centrodestra e cinquestelle.

Fioroni invece ha perso una partita epocale, anche se vi fossero clamorosi ripescaggi dell’ultimo minuto, ha smarrito il contatto con la sua gente, ha insistito nella logica delle diffuse false promesse a tutti, ha trasformato la campagna elettorale a Viterbo in una continua passerella governativa e ministeriale che è sembrata quasi provocatoria visti i crescenti problemi della città e la distanza accumulata con i cittadini.

Ora le prossime comunali rischiano di essere un freccia rossa di più alta e moderna tecnologia lanciata verso Palazzo dei Priori per il centrodestra, anche per l’inspiegabile scarso peso che i 5 stelle continuano ad avere su Viterbo, nonostante gli stessi ad ogni consultazione elettorale nazionale raccolgano migliaia di voti. Valla a capire una situazione del genere, misteri della politica locale.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close