Home Politica Pirozzi dice no alla candidatura a Presidente di Regione: troppo libero e poco manovrabile per il centrodestra che decide di non appoggiarlo
Pirozzi dice no alla candidatura a Presidente di Regione: troppo libero e poco manovrabile per il centrodestra che decide di non appoggiarlo

Pirozzi dice no alla candidatura a Presidente di Regione: troppo libero e poco manovrabile per il centrodestra che decide di non appoggiarlo

0
0

Sembrava che Sergio Pirozzi, il sindaco di Amatrice, potesse essere il candidato giusto per il centrodestra alle prossime regionali: la stessa presentazione del suo libro a Roma, caratterizzata da una massiccia presenza di pubblico, politici, simpatizzanti, aveva fatto pensare che si potesse davvero trattare della persona giusta. Eppure i vertici della coalizione non devono esserne stati convinti, visto il freddissimo atteggiamento che hanno avuto sin dall’inizio nei confronti di Pirozzi: troppo popolare, troppo libero ed indipendente, un politico fattivo, vicino alla gente, meglio non assecondarlo, si devono essere detti, potrebbe essere rischioso. Il sindaco di Amatrice, ovviamente, non è tipo che si piega facilmente, appena ha respirato l’aria contraria che si respirava intorno alla sua candidatura, si è tirato indietro e presto annuncerà ufficialmente il ritiro della sua candidatura. Intanto giovedì 9 sarà a Viterbo per presentare il suo libro “La scossa dello scarpone” alle Terme dei Papi: un evento accolto molto tiepidamente dal centrodestra ufficiale che, come si intuirà, non era tra i principali sponsor di Pirozzi.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close