Home Politica Pd sempre più spaccato: Orlando e Renzi, il “compromesso storico” del terzo millennio è solo lotta per il potere
Pd sempre più spaccato: Orlando e Renzi, il “compromesso storico” del terzo millennio è solo lotta per il potere

Pd sempre più spaccato: Orlando e Renzi, il “compromesso storico” del terzo millennio è solo lotta per il potere

0
0

Il clima nel pd nazionale è sempre più pesante: oggi pomeriggio Orlando ha ribadito che la questione candidature è stata gestita a colpi di maggioranza, lo stesso Sposetti qualche ora prima aveva dichiarato a “Repubblica” che mai si era visto un simil spregio delle opinioni della minoranza.  L’area ex pci-pds.ds, insomma, si sente parte lesa, ma chiarisce di non voler abbandonare il partito: dall’altra parte i fuoriusciti di Liberi e Uguali tirano un po’ la volata ad un possibile passaggio dei “dissidenti” nella loro neonata casa ed escludono dalle liste i possibili candidati di Area Socialista di Bobo Craxi, scavando un solco ben ampio con la tradizione labour europea. Si ripropone quindi nel Pd il vecchio scontro Dc -Pci, neanche tanto attualizzato, molti personaggi sono persino quelli di 20 anni fa e passa: cosa avranno in comune forze politiche così diverse da resistere insieme all’interno dello stesso partito? Quello stesso poco o nulla che un tempo li portava a stringere compromessi storici o a unirsi nella linea della fermezza sul rapimento Moro: la stessa unità d’intenti che ha sempre impedito in Italia la nascita di una sinistra laica, socialista, liberale e al passo con la modernità: una sinistra presente ovunque nel vecchio continente, tranne che nel Belpaese. Con un simile retroterra culturale le battaglie all’interno del Pd saranno ora come ora solo per il potere e il controllo del partito, nessuna delle due fazioni in campo potrà parlare di ideologia, classi sociali di rappresentanza o altro, tutto scomparso nel nulla: resta solo lo svilimento di ogni progetto progressista che modernizzi  senza snaturarla la sinistra di governo e che magari non punti a facili esecutivi “salvapoltrona” di grandi intese, ma all’alternanza tra moderati e socialisti essenziale per un ricambio democratico interno al sistema: ma di tutto ciò non si vede nulla,  solo una lotta scialba e poco appassionante per mantenere in vita stanche nomenclature senza futuro.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close